Presidente Guatemala, lotta a corruzione

Discorso del nuovo capo dello Stato Giammattei

(ANSA) – CITTA’ DEL GUATEMALA, 15 GEN – Alejandro Giammattei, insediatosi ieri quale 51/o presidente del Guatemala, ha promesso nel suo primo discorso ufficiale una lotta inflessibile contro la corruzione e le temibili bande giovanili, conosciute in CentroAmerica e Messico come ‘maras’. In una cerimonia in Parlamento, Giammattei ha pronunciato un discorso di 30 minuti in cui ha assicurato che le sue priorità saranno il contrasto della corruzione e dell’attività delinquenziale delle ‘maras’, da una parte e il rilancio dell’economia e dell’occupazione dall’altra. "La lotta alla corruzione – ha assicurato – sarà totale. Ci sarà una Commissione presidenziale di sorveglianza, e si metterà fine a sprechi, prezzi gonfiati, opere inesistenti, al contrabbando, al degrado delle Dogane, e alle pratiche sporche e rivoltanti esistenti". Passando al problema delle bande giovanili, Giammattei ha annunciato la immediata presentazione in Parlamento di una iniziativa legislativa per dichiarare le ‘maras’ come gruppi terroristici.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.