Prestazioni sessuali con minorenni contattate sui social: arrestato 36enne

Intervento dei carabinieri venerdì notte a Campione d'Italia

Operazione dei carabinieri Operazione dei carabinieri

Arresto per prostituzione minorile e violenza sessuale da parte dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Como. Al Bassone è finito un 36enne di origine piemontese.

Secondo l’accusa (messa nero su bianco dalla procura di Milano, dove sarebbe avvenuto il primo episodio), l’uomo, consapevole della minore età, contattava le ragazzine attraverso social network o tramite passaparola, proponendo loro di uscire, dietro il compenso fisso di 80 euro, pagando lo shopping e, successivamente, avanzando richieste sessuali con ulteriore offerte di denaro, anche fino ad 800 euro.

Tra i regali alle ragazze c’erano anche telefonini, macchine fotografiche, trucchi eccetera. I rapporti sarebbero stati consumati in macchina o in camere di albergo pagate dall’indagato.

Le minori, nell’accedere alle strutture, venivano introdotte dopo essere state nascoste nel baule. L’indagine, durata quasi 8 mesi, ha permesso di accertare e monitorare 16 episodi in cui l’indagato sarebbe rimasto coinvolto e che avrebbero riguardato sia atti di voyerismo sia rapporti sessuali.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.