Prestino e Breccia, ieri sopralluoghi nelle scuole in crisi

La scuola primaria di via Isonzo a Prestino

Infiltrazioni di acqua e danni negli edifici scolastici dell’istituto comprensivo Como Prestino-Breccia alle porte di Como.
Nei giorni scorsi la dirigente scolastica  Simona Convenga si era vista costretta a pubblicare sul sito Internet del plesso una serie disposizioni urgenti che hanno coinvolto gli edifici scolastici di via Isonzo e via Nicolodi (elementari), via Picchi (medie), e piazzale Giotto (Scuola dell’Infanzia). Un lungo elenco di spazi temporaneamente interdetti alle attività scolastiche. Una situazione che non pare sarà risolta in tempi brevi, dato che la giunta ha deliberato i fondi necessari agli interventi di massima urgenza, ma il provvedimento deve passare l’esame del consiglio comunale e quindi si dovrà attendere come minimo settimana prossima.

Sulla situazione è intervenuto l’assessore alle Politiche educative, Alessandra Bonduri, che ieri ha svolto un sopralluogo nelle scuole per verificare lo stato della situazione insieme con l’architetto Elena Lo Jacono del settore Opere Pubbliche del Comune e l’ingegnere Giovanni Fazio, direttore del settore Politiche educative di Palazzo Cernezzi.

«Avevo promesso un sopralluogo a breve e l’ho fatto – ha detto Bonduri – C’è grande sinergia con la dirigente scolastica e posso assicurare che le scuole del nostro territorio sono un costante pensiero del sindaco e di questa amministrazione».
Infine l’assessore all’Edilizia Pubblica del Comune di Como, Vincenzo Bella, assicura: «Sono state impegnate ulteriori somme da spendere, da qui alla fine dell’anno, per far fronte a questo tipo di interventi».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.