Presunta corruzione a Valsolda: due indagati andranno a giudizio

Tribunale di Como l'aula

Si divide il fascicolo relativo all’inchiesta sfociata nel marzo scorso nell’arresto dell’allora sindaco di Valsolda Giuseppe Farina e del suo socio di studio, Silvio Lamberti. Per l’accusa, i due avrebbero ricevuto illecitamente soldi e incarichi professionali in cambio di concessioni edilizie, modifiche di destinazioni d’uso dei terreni, autorizzazioni.
Quasi tutti gli indagati definiranno la loro posizione di fronte al giudice dell’udienza preliminare, tra patteggiamenti e Abbreviato.
In due invece hanno scelto di sfidare un pubblico dibattimento in un processo che inizierà a dicembre.
Si tratta di un 58enne di Capalbio (Grosseto), accusato di aver promesso 40mila euro per ottenere permessi per realizzare 9 unità abitative, e di un 61enne di San Colombano al Lambro, che avrebbe consegnato 4.500 euro per la realizzazione di un box di pertinenza di una casa in quel di Cressogno. L’ex sindaco di Valsolda e il suo socio in affari hanno invece formalizzato in aula le richieste di patteggiamento. La decisione sull’accordo della pena è attesa il prossimo 5 dicembre davanti al giudice Carlo Cecchetti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.