Elezioni 2012

Prima notte da sindaco. «A letto alle quattro per rispondere alle email»


«Credo di essere pronto per questa nuova avventura»
La notte è filata via liscia. La tensione accumulata nelle ultime settimane e l’attesa, non particolarmente lunga, per scoprire i risultati del ballottaggio, non hanno tolto il sonno a Mario Lucini.
Dopo i festeggiamenti ufficiali e le congratulazioni dei cittadini, il nuovo sindaco di Como, verso mezzanotte di lunedì sera, è tornato a casa.
E ha dormito. Un sonno tranquillo che però ha lasciato il posto, al risveglio, a un altro tipo di sentimento.
«In effetti quando è suonata la sveglia ero felicissimo
ma anche lievemente agitato – racconta Mario Lucini – Il compito che mi aspetta è impegnativo. Un lavoro importante e complesso che, come è normale che accada, mi sta responsabilizzando ogni minuto di più. Ma sono pronto».
La notte della vittoria, però, si è pensato soltanto a festeggiare. «Ci siamo riuniti tutti insieme. Ho ringraziato i miei insostituibili sostenitori e i compagni di viaggio, gli uomini delle liste – ha detto ancora Mario Lucini – La commozione era palpabile. Ci siamo guardati negli occhi e ci siamo resi conto di aver centrato un grande obiettivo».
Ma prima dei ringraziamenti, dei discorsi ufficiali e dei brindisi, è stato reso un doveroso omaggio. «Abbiamo fatto un minuto di silenzio e raccoglimento in memoria delle povere vittime del terremoto in Emilia-Romagna e del vile attentato di Brindisi – spiega sempre il nuovo sindaco del capoluogo – Poi, ovviamente, ci siamo guardati in faccia, consci di quanto fatto, e ci siamo congratulati. I consiglieri eletti sono saliti sul palco, si sono presentati. Abbiamo parlato e commentato la vittoria». Ma poi, verso mezzanotte, come nello stile sobrio di Lucini, il neosindaco ha ringraziato tutti ed è tornato a casa. «I miei figli hanno proseguito con i festeggiamenti. Penso siano andati avanti tutta la notte. Io sono rientrato. Ho trascorso ancora alcune ore sveglio per rispondere alle tantissime email e messaggi di congratulazioni che mi sono arrivati. Questo è stato uno dei momenti più coinvolgenti e gratificanti – racconta Mario Lucini – Sono la prova del fatto che, assieme alla mia squadra, abbiamo lavorato bene».
Adesso, ovviamente, arriva la parte più difficile, più complicata. «Proprio per questo al risveglio ero teso – conclude Mario Lucini – Sono comunque prontissimo per questa nuova avventura».

Fabrizio Barabesi

Nella foto:
Mario Lucini è stato eletto sindaco di Como nel ballottaggio di domenica e lunedì scorsi con oltre 21mila voti
23 maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto