Primarie, è iniziata ufficialmente la corsa verso il voto

Elezioni amministrative – Presentati in conferenza stampa i quattro esponenti del centrosinistra che si contenderanno la candidatura a sindaco per Palazzo Cernezzi
Il segretario cittadino del Pd: «Raccolte 1.200 firme. Ora bisogna trovare il consenso dei comaschi»
Parte la sfida nel centrosinistra. La data è ormai nota: il 27 novembre 2011, dalle 8 del mattino fino alle 20, i cittadini di Como decideranno, attraverso le primarie, chi sarà il candidato alla poltrona di sindaco nelle prossime elezioni amministrative del 2012. Ieri mattina a Palazzo Cernezzi si è svolta la presentazione ufficiale dei quattro in lizza.
Volti e nomi ormai noti da tempo. Si tratta di Gisella Introzzi, manager ed ex giocatrice della Comense; Marcello Iantorno, avvocato e

consigliere comunale uscente del Partito Democratico; Bruno Magatti, già vicepreside del liceo scientifico “Paolo Giovio” e consigliere comunale a Palazzo Cernezzi, appoggiato da Sel e Paco; Mario Lucini, capogruppo del Partito Democratico e presidente della commissione urbanistica del Comune di Como.
Tutti seduti intorno a un tavolo per presentarsi e spiegare l’imminente appuntamento delle primarie. A introdurre la discussione è stato il segretario cittadino del Pd, Stefano Legnani. «Lo scorso venerdì abbiamo concluso la raccolta delle firme (oltre 1.200) necessarie per la presentazione delle candidature – ha detto Legnani – Un percorso rapido che abbiamo iniziato un mese fa. Ora toccherà agli sfidanti impegnarsi e raccogliere il consenso dei comaschi». Eccoli, dunque, i candidati. «La nostra sarà una competizione sportiva. Siamo tutti accomunati dagli stessi principi di fondo. Crediamo in valori assoluti come la pace, la solidarietà e la democrazia. E ci siamo messi in gioco – ha detto Gisella Introzzi – È una grande occasione per cambiare la città. Io la sto conoscendo sempre di più, giorno dopo giorno, e mi accorgo, ad esempio, del grande patrimonio di associazioni che vi operano. Ora dobbiamo realizzare un programma dettagliato». Alle primarie potranno partecipare i cittadini con la piena titolarità del diritto di voto per le elezioni comunali. Ma anche i giovani residenti a Como che hanno compiuto i 16 anni alla data delle primarie e gli immigrati regolari e muniti del permesso di soggiorno.
«Tra noi c’è stima e conoscenza reciproca – ha detto Bruno Magatti – E lo sottolineo ancora una volta: c’è sempre più bisogno di partecipazione. Sono convinto che sia il momento giusto per coinvolgere la gente. Per creare nuovi spazi di democrazia. Voglio mettere in primo piano i problemi reali della gente. E mi batterò per la rinascita di una città che sta sempre più sprofondando». Il 27 novembre si potrà votare in uno dei seggi allestiti in città e nelle circoscrizioni. Entro breve verrà comunicato l’elenco completo dei luoghi prescelti.
«Parlo costantemente con la gente e mi accorgo sempre di più quanto sia delusa da questa amministrazione. Ho raccolto firme di cittadini che sono dello schieramento politico opposto – dice Marcello Iantorno – C’è bisogno di uomini nuovi. Il sindaco ha nominato 104 persone in altrettante posizioni ben retribuite: quello è il potere vero. Saranno i primi che mi impegno a mandare e casa. Ridurrò inoltre il numero di assessori». Intanto, sempre per bocca del segretario cittadino Stefano Legnani, è stato ribadito che il Pd appoggerà il candidato che uscirà vincente dalle primarie.
Sarà anche stilato un calendario di incontri pubblici in cui i candidati si confronteranno tra loro.
«Siamo accomunati dagli stessi obiettivi. Cambiare questa città che francamente è ormai allo sbando – puntualizza Mario Lucini – Personalmente voglio mettere il cittadino al centro dell’attività politica e non più in un angolo. È sotto gli occhi di tutti come stia continuando l’agonia della maggioranza, alimentata dai vari gruppi in cui si è frammentata. Il centrodestra va avanti in questo modo poco dignitoso, come se non si accorgesse delle condizioni in cui è stata ridotta la città».

Fabrizio Barabesi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.