Primarie Pd, si vota il 26 febbraio. Tra 8 giorni al via la raccolta firme
Politica

Primarie Pd, si vota il 26 febbraio. Tra 8 giorni al via la raccolta firme

Venerdì prossimo, tra cinque giorni, l’assemblea cittadina del Partito Democratico darà via libera al regolamento delle primarie di coalizione del centrosinistra per le amministrative del capoluogo. Il giorno dopo lo stesso documento sarà presentato in una conferenza stampa, quindi si aprirà in modo ufficiale la corsa alla candidatura a sindaco di Como della maggioranza uscente.

Per partecipare alle primarie bisognerà raccogliere 250 firme di elettori residenti in città. E aderire a una carta dei valori che obbligherà, tra l’altro, i concorrenti a sostenere il vincitore nella fase successiva. Quella delle elezioni. Al momento i candidati che hanno confermato di voler prendere parte alla contesa sono soltanto due: l’assessore Marcello Iantorno e il consigliere comunale Gioacchino Favara. La pediatra Roberta Marzorati, oggi seduta sui banchi dell’opposizione a Palazzo Cernezzi, deciderà se accettare la sfida soltanto tra qualche giorno.

Ancora ieri, raggiunta al telefono dal “Corriere di Como”, Marzorati ha ribadito di voler valutare con attenzione sia la «coesione dei gruppi sia il possibile progetto». La consigliera non nasconde che «la notizia di una mia possibile candidatura ha suscitato attenzione e persino entusiasmo in tante persone che mi conoscono. Ma tutto questo non basta. O potrebbe non bastare. In ogni caso, deciderò prima della fine della prossima settimana».

Un altro possibile candidato alle primarie del centrosinistra è anche Stefano Legnani, attuale presidente dell’assemblea di Palazzo Cernezzi. Il nome di Legnani è stato fatto da più parti e il diretto interessato non ha mai smentito un suo possibile interesse. «Vediamo che cosa succede nei prossimi giorni – ha ripetuto ieri Legnani al Corriere di Como- Posso tuttavia anticipare che un eventuale sì di Marzorati mi porterebbe ad appoggiare quest’ultima e a non partecipare quindi alle primarie. Sarebbe una buona candidatura e allargherebbe il consenso. Una candidatura forte, che unisce».

In questa fase le forze politiche che sicuramente parteciperanno alle primarie sono due: il Pd e la lista Como Civica. Nell’ultima riunione preparatoria del regolamento sia i Socialisti sia Italia dei Valori hanno fatto un momentaneo passo indietro. I rappresentanti di entrambi i partiti hanno ribadito l’intenzione di restare nella coalizione di centrosinistra ma hanno anche detto di voler aspettare l’esito delle primarie prima di confermare l’appoggio al candidato sindaco.

Resta invece aperta (ma tutta da verificare e da costruire) la strada di una possibile alleanza elettorale con il Nuovo Centrodestra.

8 gennaio 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto