Primarie Pdl, Gaddi l’unico sicuro. Ma la sorpresa può essere donna

Riprende quota anche Gelpi. Sfumata l’ipotesi Taborelli
Una sorpresa in rosa potrebbe improvvisamente irrompere nei giochi per la scelta del candidato a sindaco di Como targato Pdl. O, come minimo, potrebbe dare un po’ di pepe alle probabili elezioni primarie che il partito sembra ormai intenzionato a svolgere per la designazione definitiva.
Inutile dire che nessuno tra i maggiorenti del Pdl conferma né smentisce l’ipotesi di una candidatura femminile, ma l’indiscrezione sembra ormai aver preso forza. Pochissimi – e naturalmente ufficiosi – gli
elementi a disposizione. Gli unici fattori accreditati indicherebbero comunque una donna già nota al pubblico, pur senza aver ricoperto ruoli politici di particolare rilevanza. Altro aspetto importante, sempre nel caso in cui questa opzione trovasse conferma definitiva, sarebbe la disponibilità dell’interessata a misurarsi con lo strumento delle primarie, cosa tutt’altro che scontata.
I possibili sponsor dell’opzione rosa? A parte il tandem Giorgio Pozzi-Gianluca Rinaldin, una buona fetta del resto del partito sarebbe disposta a corriere il “rischio” di gettare nell’agone della competizione interna un nome nuovo e potenzialmente capace di scardinare vecchi equilibri. Va anche detto, però, che stando alle pochissime informazioni filtrate finora, l’ipotesi della candidatura in rosa sarebbe stata vagliata soltanto da pochi “big” pidiellini, quindi dovrebbe ancora cominciare il percorso di condivisione con il resto del partito.
In attesa che si diradino – in un senso o nell’altro – le nebbie su questa potenziale novità, i rumors interni al partito hanno consegnato altre indiscrezioni non di poco conto.
La prima riguarda il possibile rientro in gioco dell’ex presidente nazionale dell’Aci, nonché ex assessore comunale ai tempi di Forza Italia, Enrico Gelpi. Nome pesante, per di più con un’esperienza politico-amministrativa e, elemento forse dirimente, certamente apprezzato in maniera piuttosto trasversale da tutte le varie anime del Pdl lariano.
Infine, va segnalato un sondaggio concreto già condotto (con relativo esito) nelle scorse settimane. I vertici del Pdl, infatti, hanno contattato per un clamoroso ritorno l’ex parlamentare forzista Mario Alberto Taborelli. E questo a dispetto della pur breve avventura dell’ex deputato nella lista civica Area 2010 ai tempi delle amministrative 2007. Tra i vertici pidiellini e Taborelli, però, non è maturata alcuna intesa e l’opzione può considerarsi caduta.
A questo punto, dunque, si può considerare l’assessore comunale Sergio Gaddi l’unico vero nome già pronto a partecipare alle primarie del Pdl, mentre sulla rosa complessiva di nomi sarà probabilmente decisiva la prossima settimana.

Emanuele Caso

Nella foto:
L’obiettivo
La fascia tricolore di sindaco di Como è il massimo obiettivo del Pdl, come delle tantissime liste che sono già scese in campo per le prossime elezioni amministrative. Le elezioni si svolgeranno con il primo turno il 6 e 7 maggio prossimi. L’eventuale e probabile ballottaggio è fissato per il 20 dello stesso mese

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.