Primavesi: «Ottime le novità. Vita più semplice per i negozi». Caso Canossiane: vertice in vista

Commercianti soddisfatti
Le nuove regole di accesso alla Zona a traffico limitato riscuotono i primi consensi. Alcune novità inserite nell’ordinanza firmata lunedì scorso dal sindaco Mario Lucini rispondono infatti alle esigenze dei commercianti. A partire dalla creazione
di una nuova finestra di ingresso, tra le 14 e le 15, ideata proprio per consentire le operazioni di carico e scarico merci dentro le mura.
«Si tratta di una scelta ideale per la nostra categoria – spiega il presidente di Confcommercio Como, Giansilvio Primavesi – In passato ne abbiamo parlato più volte con il sindaco Lucini, spiegandogli le nostre esigenze». Istanza recepita dalla nuova giunta. «Ci consentirà di lavorare con maggior serenità. Un commerciante di ritorno da Milano, dove spesso andiamo di primo mattino per rifornirci, ora potrà contare sull’apertura dei varchi tra le 14 e le 15. Prima, non potendo accedere, diventava impossibili scaricare le merci – spiega sempre il numero uno di via Ballarini – e spesso eravamo costretti ad attendere il giorno successivo per effettuare le operazioni». «Con questa amministrazione c’è dialogo – conclude il presidente di Confcommercio Como – e le cose funzionano. È necessario un confronto costante con chi governa».
Suscita curiosità anche l’idea, ancora in fase embrionale, di prevedere un ticket di ingresso in centro storico per tutti i camion dal peso superiore alle 3,5 tonnellate. Un progetto che la giunta Lucini sta valutando per il futuro e che punta a raccogliere delle risorse da destinare alle eventuali riparazioni della pavimentazione, danneggiata dal passaggio di questi veicoli pesanti. «Non mi sembra una brutta idea – conclude Giansilvio Primavesi – dato per scontato che in centro entrano pochi camion di questo peso».
Intanto, lunedì sera, il consigliere del Pdl, Marco Butti, in consiglio comunale ha sollevato il problema della rivoluzione dei pass annunciata all’Istituto Suore Canossiane (aumento del costo del documento da 5 a 20 euro e rilascio limitato ai bambini della scuola dell’infanzia e delle prime due classi della primaria). Imminente un incontro per discuterne.

Fabrizio Barabesi

Nella foto:
Auto della guardia di finanza in piazza San Fedele. I pass a disposizione delle fiamme gialle per il centro sono calati moltissimo

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.