Primavesi: «Se è tutto vero mi spiace, ma è un caso isolato»

alt I commenti sulla vicenda
Il presidente di Confcommercio: «Qualche furbo c’è sempre, ma non è la regola»

«Una lettera del genere non fa mai piacere, e ovviamente me ne dispiaccio. Ma, dando per scontato che ciò che è raccontato sia tutto vero, non si può generalizzare». Il presidente della Confcommercio di Como, Giansilvio Primavesi, non drammatizza eccessivamente il “mai più a Como” scritto dai turisti trevigiani. Ma, nel contempo, lascia trasparire il dispiacere per una simile denuncia.
«Per usare una metafora – afferma – si potrebbe dire che in un cesto c’è sempre una mela bacata. Intendo dire che non posso escludere che in città

ci sia qualche furbo che applica prezzi eccessivi. Però, voglio sottolineare che nei mesi scorsi, in associazione, abbiamo ricevuto più di una lettera dai toni esattamente opposti. E non dimentichiamo che i prezzi, spesso, dipendono anche dal luogo. Intendo dire che mangiare in pieno centro o in riva al lago piuttosto che in una zona più defilata, può fare la differenza. Così come cenare in un ristorante di lusso o in una trattoria». Primavesi sottolinea anche come «la mancanza di dettagli nella e-mail impediscono di fare una valutazione approfondita, ma questo non toglie che alla famiglia vadano le scuse in caso di vacanza sfortunata».
Nella e-mail, il papà veneto segnala anche problemi con gli addetti della Navigazione Lago di Como nell’avere informazioni esatte sugli orari dei traghetti. Replica il direttore, Franze Piunti. «Non posso escludere in assoluto che un singolo caso di malinteso sia avvenuto – osserva il direttore – Ma, onestamente, mi sembra molto difficile. Prima di tutto, perché gli orari sono sempre esposti in maniera chiara. In secondo luogo, perché i nostri addetti sono sempre molto preparati e collaborativi, sebbene mi renda conto che talvolta, a fronte di un servizio che è comunque complesso, anche la consultazione degli orari possa presentare alcune difficoltà».

E.C.

Nella foto:
Una folla di turisti in procinto di prendere un battello della Navigazione, servizio che ogni estate trasporta migliaia di persone

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.