Primi mille vaccinati contro il Covid sul Lario. Da oggi le dosi per ospiti e personale delle Rsa

L'arrivo dei vaccini al Sant'Anna

Prime mille vaccinati contro il Covid in provincia di Como con il farmaco Pfizer Biontech. Anche ieri, nonostante il giorno festivo, l’Asst Lariana ha somministrato 240 dosi di vaccino ad altrettanti dipendenti tra sanitari, amministrativi e addetti a mansioni diverse. Il ritardo nella consegna delle nuove dosi non sembra insomma incidere al momento sui programmi. Asst Lariana aveva previsto di vaccinare 750 persone ogni settimana. Considerando che la campagna è iniziata domenica 27 dicembre, con solo 50 dosi somministrate, il Piano dell’Asst procede in linea con quanto previsto.
Ieri sono stati somministrati 240 vaccini, che vanno ad aggiungersi agli 830 dei giorni scorsi. Quello dell’Epifania è stato il giorno con il più alto numero di persone vaccinate, in precedenza il picco era stato 222. Tutti i 1.070 vaccinati dovranno ricevere la seconda dose (richiamo) entro la fine del mese. Asst Lariana dispone oggi ancora di 3.610 dosi. Escluse la prime 50 somministrate subito nel “V-Day” infatti, i frigoriferi del Sant’Anna hanno ricevuto un’unica fornitura di 4.680 vaccini. Entro il 25 gennaio questo numero è destinato a salire fino a 18.720, sempre che non si verifichino nuovi ritardi.
Da oggi, intanto, le prime dosi arrivano anche nelle Rsa. La partenza sarà su quattro strutture per soli 12 vaccini giornalieri per ogni casa di riposo. Due le strutture di Como città, entrambe della Fondazione Ca’ d’Industria, via Brambilla e Le Camelie di via Bignanico, quindi Villa Stefania di Sala Comacina, gestita da Coopelios e la residenza sanitaria della Fondazione Bellaria di Appiano Gentile. Vengono vaccinati sia il personale sia i residenti. Dalla prossima settimana il vaccino verrà consegnato anche al Valduce di Como e al Fatebenefratelli.
I punti vaccinali dell’Asst sono a Cantù (2 ambulatori per circa 250 persone a settimana), Menaggio (2 ambulatori per 140 persone) e via Napoleona, a Como (3 ambulatori per 300 persone).
Sul fronte politico, intanto non si placa la polemica tra la Lega e il governo a trazione Pd e Cinquestelle. Ieri, in una nota, il sottosegretario regionale comasco, Fabrizio Turba denuncia: «A Como e in tutta la Lombardia, il Governo ha inviato siringhe non adatte e gli ospedali hanno dovuto provvedere con la loro strumentazione. Una situazione inaccettabile».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.