Pro Vercelli-Como, snodo fondamentale per la vetta

Stadio Silvio Piola Vercelli

«Dovrà essere una settimana perfetta, con il pensiero già proiettato alla prossima gara, che avrà grande valenza nel nostro campionato». A pochi minuti dalla fine del match con la Pro Sesto, vinto per 1-0 dal Como, Giacomo Gattuso, tecnico dei lariani, aveva già le idee chiare. Nel mirino degli azzurri c’è già la sfida di domenica prossima allo stadio Piola, nella foto, con la Pro Vercelli.
Match decisivo, visto che quella piemontese in questo momento appare come l’unica seria interlocutrice per i lariani nella lotta per il vertice della classifica, con il primo posto che significherebbe promozione diretta in serie B.
Con una partita in meno – il Como deve recuperare l’impegno saltato a Olbia – i lariani hanno ora due punti di vantaggio sulla Pro Vercelli, l’unica compagine che ha mostrato continuità; domenica si è imposta in trasferta a Pistoia con una rete di Lorenzo Gatto, fratello di Massimiliano, che a sua volta aveva realizzato il gol decisivo allo stadio Sinigaglia con la Pro Sesto.
Gli azzurri hanno 58 punti, la “Pro” 56. Il Renate è a 52 e appare in netto calo dopo lo sfavillante inizio di stagione. Nell’ultima giornata i nerazzurri non sono andati oltre lo 0-0 interno con la Carrarese, formazione che si è presentata a Meda con soli 14 effettivi – causa Covid – e ha pure sbagliato un rigore.
Il Lecco pareva in ascesa, con tanto di proclami del suo patron Paolo Di Nunno, che aveva senza mezzi termini sottolineato che l’obiettivo della sua squadra sarebbe stato il primo posto. Parole che non hanno portato benissimo: contro il Novara i blucelesti sono stati superati con un netto 3-0.
Negli ultimi cinque incontri per il Como sono giunti quattro successi e uno stop (nella trasferta con la Pro Patria); per la Pro Vercelli altrettante affermazioni e un pari.
Snodo fondamentale, dunque, il match di domenica, anche se comunque il Como ha ancora a disposizione 30 punti, mentre i piemontesi 27. L’esito della gara avrà soprattutto una rilevante valenza psicologica per chi uscirà eventualmente vincente.
Per il morale degli uomini di mister Gattuso la vittoria di domenica ha avuto grande valore per come è arrivata. Di fronte c’era infatti un undici che si è chiuso e che non ha fatto concessioni. È servita la giocata di un singolo – Gatto appunto – per scardinare la porta degli avversari. Una partita che in altre circostanze – per esempio con il precedente allenatore – sarebbe magari terminata con un pari. Invece sono giunti tre punti fondamentali – come ha sottolineato il bomber degli azzurri – «per dare un segnale importante a tutti i nostri avversari».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.