Processo Gandola, in aula sfilano i primi testimoni

In Tribunale
Sfilano i primi testimoni in Tribunale a Como nel processo all’ex presidente di Spt holding Gianandrea Gandola, accusato, assieme ad altri tre imputati, dalla Procura cittadina di aver svenduto a prezzi stracciati un ramo di azienda negli anni scorsi.
E ieri davanti ai giudici (presidente Anghileri, a latere Costi e Cecchetti) sono stati sentiti Flavia Farina, componente del cda della società, e l’ex direttore di esercizio Giovanni Venegoni. A quest’ultimo il pubblico ministero, Mariano Fadda, ha indirizzato una raffica di domande sulle modalità di cessione del ramo d’azienda, avvenuta con un insolito annuncio del bando di gara, che era stato pubblicato su un quotidiano romano.

Venegoni non ha saputo fornire grandi spiegazioni, in particolare sull’esclusione della comasca Rampinini dalla gara.
E le contestazioni di Fadda sono proprio su questo punto: secondo il pm, si sarebbe trattato di un bando con modalità decisamente insolite, per favorire alcuni conoscenti che poi, in effetti, si sono aggiudicati l’appalto. In aula l’ex direttore di esercizio è apparso quasi intimorito. Molti i suoi vuoti di memoria davanti ai giudici, tanto che lo stesso presidente Anghileri lo ha invitato a essere più preciso nelle circostanze dell’episodio contestato.
Gandola era in aula a seguire tutta l’udienza; il suo interrogatorio è previsto più avanti.

Marco Romualdi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.