Processo “Infinito” in Appello. Chiesta la conferma delle condanne

’NDRANGHETA IN LOMBARDIA E NEL COMASCO
«Chiediamo la conferma di tutte le condanne». È questa la conclusione cui sono giunti i sostituti pg di Milano, Laura Barbaini e Felice Isnardi, che ieri mattina hanno chiesto alla Corte d’Appello di Milano di confermare le 110 condanne emesse in primo grado per altrettanti imputati nel maxi processo contro le cosche della ‘ndrangheta radicate in Lombardia. Tra queste, anche quelle lariane a Canzo, Erba e Mariano Comense. Ora la parola passa alle difese. La sentenza è attesa per i primi giornidi marzo. Si tratta dello stesso troncone del processo nato dall’operazione “Infinito” dell’estate 2010, che ha portato nelle scorse ore la Cassazione ad annullare la seconda parte delle motivazioni depositate a integrazione della prima. Pare però scongiurato il rischio di ripartire tutto da capo. La stessa Cassazione ha infatti specificato che i giudici d’appello potranno integrare con la loro sentenza la parte annullata.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.