Produzione industriale in netto calo alla fine dello scorso anno

I dati congiunturali diffusi ieri a Milano
Nell’ultimo trimestre la contrazione è stata del 2,4%. Male soprattutto il settore tessile
Produzione industriale in netto calo nel Comasco nell’ultima parte dello scorso anno. Secondo i dati congiunturali diffusi ieri a Milano da Unioncamere Lombardia, in collaborazione con le associazioni regionali dell’artigianato e Confindustria Lombardia, nel quarto trimestre del 2011 i livelli produttivi delle industrie lariane hanno registrato una contrazione del 2,4% rispetto al medesimo periodo del 2010.
La frenata di fine anno ha coinvolto metà delle province lombarde. Il dato
peggiore è quello relativo a Mantova (-3,9%), la performance migliore è stata messa a segno da Lodi (+3,1%). In calo anche Lecco (-0,7%), mentre Varese è cresciuta dell’1,2%. Ad aver risentito della crisi a fine 2011 è stato soprattutto il settore tessile, che su scala regionale ha perso il 6,1%. In flessione anche il legno-arredo (-2,6%).
Prendendo in considerazione l’intero 2011, il bilancio per le industrie lombarde è comunque positivo. Nello scorso anno, infatti, tutte le province hanno incrementato i livelli produttivi, da Sondrio (+0,2%) a Lecco (+6,4%), mentre Como è a metà classifica, con un aumento del 3,2%.

Marcello Dubini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.