Pronto soccorso, toccato il record di 244 accessi. Lunedì un vertice
Cronaca, Sanità, Territorio

Pronto soccorso, toccato il record di 244 accessi. Lunedì un vertice

Ieri pomeriggio e stamattina  la situazione era leggermente migliorata, ma mercoledì e giovedì l’ospedale Sant’Anna di San Fermo ha fatto registrare il suo picco di accessi al Pronto Soccorso, dall’anno di fondazione. Ben 240 pazienti si sono fatti visitare il 3 gennaio e 244, record assoluto, il 4 gennaio. Il malato “tipo” che si reca nel reparto di emergenza in queste ore è una persona anziana con patologie respiratorie e complicanze che fanno seguito a un attacco influenzale. Spesso si tratta di broncopolmoniti o polmoniti, con riacutizzazioni di altre patologie tipiche dell’età quali gli scompensi cardiaci. Pazienti complessi, con tre o quattro patologie, e che necessitano di essere ricoverati.
Se in via Ravona, a San Fermo, è arrivata una media di dieci pazienti ogni ora, non è andata meglio al Sant’Antonio Abate di Cantù, con un picco di 110 accessi (rispetto agli 80 di una giornata tipo) e al Valduce di via Dante.
I posti letto di area medica dell’ospedale cittadino sono esauriti e almeno 20 malati che dovevano essere ricoverati, perché in condizioni critiche, sono stati sistemati in chirurgia.
All’interno dell’Asst Lariana si è deciso di attuare un piano per affrontare il periodo. Il picco dell’influenza stagionale non è ancora arrivato. Lunedì è prevista una riunione al Sant’Anna per attivare una serie di azioni. Si pensa di aumentare il numero dei posti letto per i pazienti subacuti per i prossimo quaranta giorni, ovvero per quanto dovrebbero cessare i maggiori casi di influenza.
In questi giorni tra le festività non mancano accessi di cosiddetti “codici minori”, ovvero pazienti anche giovani con febbre alta, che invece di recarsi dal medico di base, dal suo sostituto, in caso di ferie, o nei presidi di guardia medica, giungono direttamente al pronto soccorso.
Le attese per i malati che non hanno una situazione di reale emergenza sono in questi casi lunghissime e possono raggiungere anche le 8-10 ore. Al Sant’Anna, arrivano in media 40-50 ambulanze ogni 24 ore. Secondo gli esperti, il picco massimo di diffusione dell’influenza non è ancora stato raggiunto ed è previsto dalla fine della prossima settimana.
P.An.

6 gennaio 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto