Prosa e poesia, scrittori in gara sul Lario con il “Città di Como”

alt

Il concorso internazionale

Figure di spicco della scena editoriale nazionale e due numi tutelari della cultura letteraria del secondo Novecento. Sono i garanti di una nuova iniziativa per dar voce a chi scrive. A seguito del successo di partecipazione del concorso letterario intitolato ad Alda Merini, la neonata associazione culturale “Euletheria” ha lanciato un nuovo evento, la prima edizione del premio internazionale di letteratura “Città di Como”, il cui bando è reperibile sul sito Internet ufficiale premiocittadicomo.it.
Si tratta di un progetto

dedicato sia agli autori inediti che agli editi, che dedica attenzione alla scrittura del territorio. La sezione dedicata alla prosa è intitolata a Giuseppe Pontiggia, il grande scrittore erbese morto dieci anni or sono, mentre quella dedicata alla poesia è intitolata alla memoria della grande poetessa milanese Alda Merini, ricordando il suo legame con Como.
All’ultima rassegna hanno partecipato oltre 800 componimenti tra poesie e prose, provenienti da tutta Italia e dall’estero.
Quest’anno, il concorso organizzato dallo scrittore lariano Giorgio Albonico si apre a una platea ben più ampia, con la presenza di diverse emittenti lariane e nazionali e numerose figure onorarie nel campo della letteratura e dell’editoria.
Il premio internazionale è dunque un palco molto importante per gli scrittori che vogliano farsi conoscere, trattandosi di una manifestazione letteraria fondamentale per l’identità culturale lariana nel mondo.
Il presidente della giuria è l’autore di best seller bellanese Andrea Vitali, considerato l’erede del grande Piero Chiara e autore di decine di romanzi di grande successo di critica e di pubblico. In giuria figurano l’ideatore del premio Giorgio Albonico, il poeta e critico letterario Maurizio Cucchi (altra voce di primo piano del panorama nazionale), la poetessa e operatrice culturale Laura Garavaglia, il giornalista e scrittore erbese Emilio Magni (che è stato amico di Pontiggia e ne tutela con varie iniziative la memoria) e il giornalista del “Corriere di Como”, Lorenzo Morandotti. La giuria sceglierà 5 finalisti per sezione, che verranno a loro volta votati da una selezione di lettori scelti da una libreria del territorio. La somma delle due votazioni proclamerà i vincitori per ogni sezione. La partecipazione al premio è aperta a tutti gli autori e editori in lingua italiana. Ogni partecipante può aderire a più sezioni. I testi dovranno essere inviati entro il 25 aprile alla Casella Postale n° 260 c/o Poste Centrali (via Gallio 6, 22100 Como). Gli elaborati inediti potranno essere inviati, via posta elettronica, all’indirizzo info@premiocittadicomo.it in unica copia in formato digitale, allegando l’apposita scheda di partecipazione.

Nella foto:
Sopra, Giorgio Albonico. A destra, dall’alto, Giuseppe Pontiggia e Alda Merini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.