Prostituta accoltellata in un tentativo di rapina

Sulla Novedratese a Mariano Comense
Ha colpito la prostituta con più coltellate alla testa, all’addome, al collo e anche al seno.
Il tutto a conclusione di una tentata rapina che aveva portato la donna, in risposta all’agguato, a fuggire dal malvivente.
Un 29enne nato e residente a Cantù è stato arrestato nelle scorse ore dai carabinieri di Mariano Comense ed attende ora in una cella del carcere del Bassone l’interrogatorio del giudice.
I fatti risalgono alla scorsa notte, intorno alle 3.30, sulla Novedratese, nel territorio
del comune di Mariano Comense.
L’uomo, fingendosi cliente della prostituta – una nigeriana di 32 anni – si è avvicinato con la propria auto alla donna e ha estratto un coltello a serramanico per rapinarla del contante guadagnato fino a quel momento.
La vittima ha però reagito prontamente all’aggressione scappando a piedi. Il malvivente tuttavia non si è arreso e l’ha inseguita, colpendola a più riprese con l’arma che impugnava. La donna, come si legge sul referto, è così finita all’ospedale di Cantù per «ferite da arma da taglio» e la «prognosi subordinata a successivi accertamenti». Da quanto è stato possibile apprendere non sarebbe per fortuna in pericolo di vita. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di tentata rapina e lesioni personali aggravate. Il fascicolo che lo riguarda è finito sul tavolo del pubblico ministero di turno in procura a Como, Giuseppe Rose.
Il coltello a serramanico con una lama di sei centimetri è stato ritrovato dai carabinieri di Mariano Comense e poi posto sotto sequestro.

Nella foto:
La caserma dei carabinieri di Mariano Comense: un canturino è stato arrestato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.