Prostituzione nei centri massaggi, undici denunce
Cronaca

Prostituzione nei centri massaggi, undici denunce

Ieri i carabinieri della stazione di Mozzate hanno denunciato undici persone (quattro donne italiane, e sette cinesi, due uomini e cinque donne tutti residenti nel Comasco e nel Milanese) ritenute  a vario titolo responsabili di sfruttamento e favoreggiamento alla prostituzione. Si è infatti chiusa una lunga indagine sui centri massaggi cinesi della provincia di Como.

L’inchiesta era stata avviata nel 2013 inizialmente condotta solo sotto il profilo amministrativo e successivamente sotto quello investigativo.

Dalle indagini è emerso come in alcuni di questi centri massaggi, quattro in particolare, due ad Olgiate Comasco, uno a Mozzate e uno a Cassina Rizzardi, che si sono visti sospendere l’attività, fosse fiorente la pratica del sesso a pagamento.

Le massaggiatrici infatti, con la compiacenza dei titolari, concordavano prestazioni sessuali  con i clienti meno conosciuti, nonché rapporti completi con quelli abituali e fidati. Le operatrici si aiutavano a vicenda e tutte effettuavano il meretricio volontariamente. I frequentatori erano in maggioranza  italiani. Sentiti dai carabinieri, tutti hanno confermato un particolare fascino per la donna orientale.

A far fiorire gli affari erano probabilmente anche i costi delle prestazioni contenuti e accessibili a tutti, dai 15 ai 50 euro. Per alcuni clienti vi era anche la possibilità di scegliere la ragazza via WhatsApp. Nelle intercettazioni emerge chiara la mole e la tipologia delle prestazioni richieste: massaggio romantico, a due, quattro o sei mani. Nei giorni scorsi è stato notificato agli indagati l’avviso di conclusione delle indagini preliminari e contestualmente, la Questura, su proposta dell’Arma, ha emesso la massima sospensione dell’attività ai sensi dell’articolo 100 del Tulps (Testo unico delle leggi sulla pubblica sicurezza) a carico dei quattro centri massaggi cinesi già oggetto in passato di provvedimenti amministrativi disposti nel corso dell’inchiesta.

10 Marzo 2017

Info Autore

Paolo

Paolo Annoni pannoni@corrierecomo.it


Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto