«Vergogna, vergogna!». Il comitato “Como di tutti” sventola i fazzoletti bianchi. Rissa sfiorata con Sapere

1protestacern

Ieri sera in consiglio comunale la protesta contro l’ampliamento della Ztl
(m.d.) Rissa sfiorata ieri sera in consiglio comunale tra i rappresentanti del comitato “Como di tutti” e il consigliere di Paco-Sel Vincenzo Sapere. Tanto che la seduta è stata sospesa per cinque minuti ed è stato chiesto l’intervento degli agenti della polizia locale presenti nell’aula.

Il contestato ampliamento della Zona a traffico limitato è tornato ad agitare le acque del consiglio. Come avevano annunciato, i rappresentanti del comitato hanno sventolato nell’aula di Palazzo Cernezzi i fazzoletti bianchi, gridando a più riprese «Vergogna, vergogna, vergogna!» all’indirizzo della giunta e dei consiglieri di maggioranza.

Dura e seccata la replica di Vincenzo Sapere. Il consigliere di Paco-Sel ha rimandato al mittente le accuse. «Prendo pochi euro per venire in consiglio comunale – ha detto in sostanza Sapere – Lavoro per il bene della città e non mi devo vergognare di niente». Il consigliere si è poi alzato ed è uscito dall’aula, andando ad affrontare i contestatori. A quel punto sono intervenuti i vigili per separare i contendenti, che non sono mai venuti a contatto tra loro. Tornata la calma, la seduta è poi ripresa. Il sindaco Mario Lucini ha incontrato la portavoce del comitato Ornella Gambarotto.
In precedenza, lo stesso sindaco, a proposito del bando andato deserto per la prossima grande mostra di Villa Olmo, ha ribadito che «l’assessore Cavadini non è in discussione» e che «ora dovremo valutare che cosa fare».

Nella foto:
I rappresentanti del comitato anti-Ztl sventolano i fazzoletti bianchi ieri sera in consiglio (Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.