Protesta per il pranzo, al centro migranti di Tavernola arrivano polizia e finanza

La Questura di Como

La Questura di Como La Questura di Como

Momenti di tensione all’ora di pranzo al centro di accoglienza di Tavernola, nella struttura dei salesiani. All’origine del malumore che ha poi acceso la protesta, ci sarebbe stata la qualità (ma anche la quantità) del cibo servito a pranzo. Una cinquantina dei richiedenti asilo presenti nella struttura, intorno alle 13, ha così iniziato a rumoreggiare alzando i toni.

Una situazione che è diventata problematica, tanto da richiedere l’intervento non solo delle volanti della polizia ma anche degli uomini della guardia di finanza. La protesta non ha mai trasceso nei toni, rimanendo solo verbale.

Trascorsa circa un’ora, dopo che gli uomini delle forze di polizia hanno parlato con i richiedenti asilo che stavano protestando, la situazione è rientrata nella normalità. Non sarebbe stato preso alcun provvedimento. Solo pochi giorni fa, nella stessa struttura di Tavernola erano intervenute le forze dell’ordine per una lite tra due migranti degenerata e sfociata nella violenza. Un giovane di 23 anni era stato ferito e l’aggressore era stato denunciato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.