Proteste ”No Tav”: indagata marianese

Ieri la perquisizione in via Prealpi
C’è anche una 25enne di Mariano Comense, residente in via Prealpi, tra gli indagati per l’assalto alla troupe televisiva che svolgeva riprese per il “Corriere della Sera”, aggredita il 29 febbraio 2012 nel pieno delle proteste del movimento ”No Tav”. Ieri mattina la Digos di Como, su mandato dei colleghi di Torino, ha perquisito l’abitazione della ragazza definita “anarchica”, e le ha contestualmente consegnato l’avviso di garanzia. Sono otto in tutto le persone individuate, due colpite
da una ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari, e sei – tra cui la marianese – da un decreto di perquisizione chiesto dalla Procura di Torino.
I fatti risalgono come detto ad inizio anno, quando in occasione dell’ennesimo blocco autostradale del movimento ”No Tav” lungo l’autostrada A32, nel tratto del comune di Chianoco, una troupe televisiva che stava lavorando per la principale testata giornalistica nazionale venne assalita da un gruppo di facinorosi. Le vittime vennero minacciate e costrette ad allontanarsi dai mezzi che stavano utilizzando, tanto che il reportage non fu più realizzabile e le apparecchiature e il furgone utilizzato dalla troupe vennero seriamente danneggiati. I manifestanti, in quella occasione, si scusarono dicendo di aver scambiato i giornalisti per uomini della Digos. Ed è stata proprio la Digos di Torino, a nove mesi esatti da quel fatto, a chiudere il cerchio identificando e indagando i responsabili dell’assalto. Tra questi, come detto, anche la giovane anarchica brianzola.

Mauro Peverelli

Nella foto:
Una fase delle proteste del movimento “No Tav”: c’è anche una brianzola tra gli indagati

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.