Pugni e bastonate fuori dal market, condanna a 2 anni e mezzo

Il tribunale di Como

I due coniugi quarantenni erano appena usciti dal supermercato Ld di viale Innocenzo XI a Como. Stavano sistemando la spesa e mettendo via il resto, quando furono aggrediti a bastonate e pugni da due uomini. Il marito, colpito in pieno volto da un pugno, cadde rovinosamente a terra. Entrambi dovettero poi chiedere l’intervento del 118 e farsi refertare dal pronto soccorso. Per quella barbara rapina, avvenuta in pieno giorno – erano le 11 di una giornata di sole – il 4 dicembre del 2015, ieri è finito a processo un rumeno di 20 anni che è stato condannato dal Collegio del tribunale di Como a 2 anni e mezzo con la sospensione della pena.

Il complice – che era stato arrestato in flagranza – aveva già rimediato due anni. A incastrare il 20enne fu il racconto delle vittime, ma anche alcuni abiti descritti e ritrovati in possesso del sospettato. La rapina come detto avvenne nel dicembre del 2015. La prima ad essere avvicinata di malviventi fu la donna. I due rumeni (anche le vittime, tra l’altro, erano connazionali) strapparono il portafoglio e, intuita la reazione del marito, lo colpirono con un pugno al volto per poi completare l’opera con le bastonate. Le indagini permisero poi di ricostruire l’accaduto, sentire le testimonianze delle vittime e risalire ai responsabili dell’aggressione. Ieri poi l’udienza che ha chiuso la vicenda: il pm Massimo Astori aveva invocato 4 anni di pena.

Articoli correlati