Cronaca

Pullman turistici e un’area per i taxi. Le due novità per piazza Roma

alt

Mobilità e parcheggi
Annuncio del sindaco durante la trasmissione “Etg+”

Taxi e bus turistici in piazza Roma? Potrebbe essere una delle novità nel futuro tormentato di questa zona della città, sempre più al centro delle polemiche.
Rimane dunque ancora tutto da scrivere il destino di piazza Roma anche se si arricchisce di nuovi dettagli. A dirlo è stato il sindaco di Como, Mario Lucini, durante l’ultima puntata di Etg+. E così, alle strisce gialle che hanno scatenato il malumore dei commercianti, si aggiungeranno un parcheggio per bus turistici e lo spazio sosta

per i taxi. Due novità che stanno prendendo corpo nonostante «il rammarico più grande sia quello di aver dovuto interrompere il procedimento di avvio della Zona a traffico limitato per i lavori sulla darsena – ha detto in trasmissione il sindaco – L’intenzione rimane quella di rendere vitali queste aree anche per i commercianti che ora si stanno lamentando, ipotizzando svariati interventi».
Tra questi, dunque, prima ancora di un’operazione strutturale vera e propria, ci potrebbe essere spazio per idee più immediate. «L’intenzione, in vista di una progressiva e complessiva opera di qualificazione della piazza, come la pavimentazione e il verde, è di far sostare i bus turistici e i taxi», ha ribadito il primo cittadino.
Rimane però un dubbio ovvero il fatto che, al momento, gli unici elementi dell’annunciata riqualificazione siano due ulteriori aree per la sosta. La questione di piazza Roma è ormai nota. La zona ha visto riconvertire tutti gli stalli blu in gialli per residenti e intorno a metà gennaio – un ritardo dovuto al cantiere in corso alla darsena – l’intera area diverrà Zona a traffico limitato.
I commercianti sono furiosi. Lamentano un calo delle vendite, seguito al provvedimento, che in alcuni casi arriverebbe al 60%, promettono proteste e chiedono come la piazza, stando agli annunci, verrà riqualificata. E l’ultima novità non convince i negozianti. «Sono proprio contento – dice ironicamente Corrado Sancesario, commerciante della piazza e portavoce della protesta – Battute a parte, mi sembra francamente che l’amministrazione non sappia più cosa fare. Hanno perso la bussola. Non è ammissibile gettare nel mucchio nuove idee ogni giorno. Vogliamo un piano complessivo. Fatecelo vedere e poi parliamone. Non sanno più come comportarsi».
E intanto i superstiti cercano di organizzarsi. «Ci sentiamo sempre più abbandonati. Nonostante ciò cerchiamo di darci da fare – aggiunge Sancesario – Sabato, ad esempio, ho organizzato una mostra di due artisti comaschi nel mio negozio per cercare di mantenere viva la piazza».
Va ricordato come, ormai due settimane fa, il sindaco Lucini ha spiegato che il progetto di rilancio non partirà prima di un anno scatenando nuove ire degli esercenti e martedì, in trasmissione, è tornato sul tema. «A bilancio per l’anno prossimo ci sono gli interventi in piazza Grimoldi e via Pretorio. Poi ci sarà anche piazza Roma. Intanto stiamo valutando ulteriori idee, come quella della sosta dei bus turistici – ha detto il sindaco – A mio avviso non sarebbe un piano malvagio, anche perché arriverebbero molti visitatori in piazza».

Fabrizio Barabesi

Nella foto:
Vetture all’ingresso di piazza Roma: qui potrebbero trovare posto i bus turistici e i taxi. La proposta è del sindaco Lucini
14 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto