Akosua Puni Essien: «Speriamo che questa sia la prima di una lunga serie di vittorie»
Sport

Akosua Puni Essien: «Speriamo che questa sia la prima di una lunga serie di vittorie»

«Sono molto contenta per questo successo. È stata una bella festa di sport. Speriamo, ovviamente, che questa sia la prima di una lunga serie di vittorie». Akosua Puni Essien ha così commentato, al termine del match, la vittoria del suo Football Club Como, la prima da quando ha acquistato la società lariana. Gli uomini di mister Fabio Gallo ieri al Sinigaglia hanno finalmente ritrovato i tre punti, superando per 2-0 i toscani del Tuttocuoio (reti di Pessina al 3’e di Chinellato in zona Cesarini).

Akosua Puni Essien allo stadio con una sua collaboratrice

Inutile negarlo, la presenza della nuova proprietaria ha accentrato le attenzioni di chi era allo stadio. Akosua Puni Essien si è presentata con i tre figli, alcuni familiari, oltre che ai componenti italiani del suo team che l’hanno finora affiancata e che l’hanno rappresentata martedì scorso nella trasferta di Cremona. Giunta in tribuna qualche minuto dopo l’inizio del match, “Ako” si è persa la rete di Pessina. All’intervallo ha ribadito le sue impressioni positive: «Amo questo contesto – ha sottolineato – le mie impressioni sono state positive fin da subito e ora non ci rimane che sperare in un successo». Auspicio che alla fine è stato rispettato. Una gara che di fatto dà tranquillità agli azzurri dopo un periodo avaro di soddisfazioni sotto il profilo dei risultati.

Gianluca Andrissi e Fabio Gallo in sala stampa

Un Como che peraltro non avrà troppo tempo per riposare, visto che giovedì sera alle 20.30 sarà impegnato allo stadio Garilli contro la Pro Piacenza. Una giornata caratterizzata anche dall’intervento deciso del direttore sportivo Gianluca Andrissi, che se l’è presa con i “soloni” da tribuna centrale, che passano le partite a contestare anche quando le cose vanno bene. «Ai ragazzi della curva va la nostra gratitudine per il sostegno che ci arriva nelle gare interne e per le trasferte che affrontano, anche quelle più lontane – ha detto – Però vorrei non sentire più i contestatori che si trovano in tribuna centrale, che hanno sempre da mugugnare e da dire e se la prendono con determinati giocatori». «Voglio ricordare – ha specificato ancora Andrissi – che alla riapertura del mercato di gennaio sono stato sommerso di telefonate e di richieste per almeno una dozzina di nostri giocatori».

Poi parla di Matteo Chinellato, non a caso, visto che è uno tra i più “beccati”. «Poteva andare via e guadagnare in cinque mesi più di quello che qui prende in anno. Ma ha creduto in noi e nel nostro progetto. Lui, e tutti gli altri che non se ne sono voluti andare, meritano rispetto».

Anche Fabio Gallo ha avuto un approccio deciso: «Continuo a sentire chi si lamenta di partite non belle – ha sottolineato il mister – Ma forse sarebbe il caso di capire che in questa fase non conta lo spettacolo, ma conta portare a casa i punti. Oggi ci siamo riusciti con un approccio concreto, senza fare errori e anche cambiando modulo, visto che siamo partiti con un 4-3-1-2». «Per me la soddisfazione maggiore è rilevare che il Tuttocuoio, una formazione giovane e grintosa, non sia riuscita a fare tiri in porta», ha aggiunto. Poi una rimostranza rispetto al turno di giovedì: «Ho fatto un sacco di partite nel sabato di Pasqua – ha concluso – Non capisco questa scelta di farci giocare in anticipo».

Massimo Moscardi

9 aprile 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto