Punti persi, rimpianti azzurri di inizio stagione
Sport

Punti persi, rimpianti azzurri di inizio stagione

«Abbiamo dimostrato di poter essere una squadra in grado di lottare per i vertici del campionato». Con questa constatazione mister Antonio Andreucci ha commentato il pari della sua squadra, domenica scorsa, sul campo di Caronno Pertusella.
Pareggiando 2-2 i lariani hanno bloccato una squadra che fino allo scorso fine settimana aveva sempre vinto. Ma, per come è arrivato, il risultato ha lasciato molta amarezza nella truppa azzurra, visto che il Como è stato raggiunto al 93’ su rigore. E pochi istanti prima l’attaccante Ameth Fall aveva sbagliato una clamorosa occasione, in contropiede solo davanti al portiere. «In certe situazioni devi segnare – ha concluso il mister – Non si può imprecare contro la malasorte quando si fanno questi errori e poi gli avversari pareggiano».
Un Como che rimane nelle parti alte della classifica, con le due capolista, il Gozzano e la stessa Caronnese, che dopo aver sempre vinto, nel sesto turno non sono andate oltre il pareggio e ora hanno 16 punti. Il Como insegue a quota 11.
Certo, con i se e con i ma non si fanno i punti, ma per come sono andate le partite finora, per gli uomini di mister Andreucci non mancano i rimpianti. In vantaggio con la Pro Sesto, i lariani si sono fatti raggiungere e superare in un gara terminata 1-2 per disattenzioni in una sfida che sarebbe potuta terminare con un pari.
A Tortona con il Derthona è arrivato un 1-1 con il Como ancora avanti e ripreso nel finale, ancora per una distrazione difensiva poco dopo un clamoroso errore sotto porta dell’attaccante lariano Pietro Fusi. Per i piemontesi, fanalino di coda del torneo, quello rimane l’unico punto conquistato finora. Poi, appunto, il rigore del 2-2 a Caronno Pertusella.
Il Como, insomma, costruito al volo nella seconda parte dell’estate, a quest’ora poteva essere in una situazione di classifica ben differente. Rimane oggettivamente l’impressione che questa squadra, una volta registrata meglio la difesa, e con un pizzico di concretezza in più in attacco, possa davvero recitare un ruolo importante.
In attesa del ritorno in campionato (domenica alle 15 al Sinigaglia con il Seregno) è alle porte il turno infrasettimanale di Coppa Italia. Alle 20 i lariani scendono in campo – ancora una volta in una partita secca – sul terreno della Folgore Caratese. La sfida è valida per i trentaduesimi di finale.
Il costo dei biglietti è di 10 euro (tribuna centrale) e 8 euro (settore ospiti). La biglietteria dello stadio aprirà alle ore 19. Oggi, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.30 (domani dalle 9 alle 15) i tagliandi per la gara di Coppa, oltre a quelli per il match con il Seregno, saranno in vendita anche nella sede del Como allo stadio Sinigaglia.
Massimo Moscardi

3 Ottobre 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto