Quando Ruffini, il re dei piumini, andava in Vespa a Brunate per fare il dj

alt Il ricordo dell’amico coetaneo
Italo Tosato, in arte Tito, rievoca la breve esperienza di Ruffini ai microfoni di Radio Studio Vivo

(m.d.) C’è persino un passato da dj radiofonico nella variegata vita del re dei piumini. Un’esperienza breve, rimasta però agli atti di quella che fu Radio Studio Vivo, l’emittente lariana che trasmetteva da Brunate. E che risale al 1978, quando Remo Ruffini aveva 17 anni e abitava a Grandate, con la sua famiglia. Paese in cui viveva anche Italo Tosato, che al mondo della radio invece è tuttora legato. Allora si faceva chiamare dj Tito.
«Ho iniziato a Radio Studio Vivo nel 1978 assieme

a Remo Ruffini – conferma Italo Tosato – Ricordo ancora quando io e lui, in Vespa, siamo andati a Brunate, dove aveva sede l’emittente, per cominciare assieme questa avventura. Avevamo 17 anni e la radio era partita da pochissimo».
Italo e Remo erano amici. Abitavano nello stesso paese alle porte di Como ed erano coetanei. «In radio ci occupavamo delle dediche, facevamo insomma un po’ i tradizionali programmi radiofonici – afferma l’ex dj Tito – Remo però ha smesso dopo un paio di mesi; io, invece, sono andato avanti e le radio sono diventate il mio lavoro e lo sono tuttora, anche se oggi mi occupo del ramo commerciale».
A testimonianza di quella esperienza radiofonica resta un foglio, scritto a macchina, con gli orari delle trasmissioni di Remo e Tito, pubblicato in questa pagina e visibile sulla pagina Facebook “Ancora Studio Vivo” che, assieme al sito Internet www.ancorastudiovivo.com, punta a riproporre l’esperienza di quella radio, poi chiusa. «Ho sentito Remo di recente via Facebook e Instagram – spiega Tosato – Lui ha visto sulla nostra pagina quel foglio e ci ha mandato un commento. Il nostro obiettivo è quello di rimettere insieme la radio con gli stessi dj di allora e ci farebbe piacere che Remo fosse dei nostri. Noi l’abbiamo invitato, sono sicuro che in qualche modo parteciperà alle nostre iniziative».
E se chi ha lavorato con lui nel campo della moda all’inizio della sua carriera lo ricorda come una persona «schiva e molto riservata», seppure «con una marcia in più, un vero fuoriclasse», chi, come dj Tito, ha condiviso la gioventù ne traccia un quadro diverso. «Insieme ci siamo divertiti – conclude Tosato – Era un tipo molto espansivo e goliardico. Abitavamo a Grandate, ci vedevamo spesso. Ho un ricordo molto positivo della nostra amicizia, la sua compagnia è sempre stata bella».

Nella foto:
È datato 18 febbraio 1978 il palinsesto di Radio Studio Vivo con gli orari delle trasmissioni di Remo Ruffini e Italo Tosato. Un documento “storico” che può essere consultato sulla pagina Facebook “Ancora Studio Vivo”

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.