Cronaca

Quando prevale la rassegnazione

La nota
di Anna Campaniello
«Se ne parla da oltre vent’anni». «Da quando ero una bambina sento parlare della variante». «Sono quarant’anni che si parla di questa strada». E avanti di questo passo, in un gioco di numeri da fare invidia al Lotto.
Quando si parla di «variante della Tremezzina», nella zona direttamente interessata, la risposta è sempre la stessa con un’unica modifica sul tema, i numeri citati che cambiano da 20 a 40 e anche oltre. Un segnale non certo di disinformazione, anzi.

Il valzer di numeri è semplicemente un’ulteriore riprova di quante parole siano state spese su un’opera fondamentale della quale si parla e basta da venti, trenta o chissà quanti anni. Da sempre, verrebbe da dire. Perché chi vive in quei nove chilometri di curve e strettoie che collegano Argegno a Griante aspetta da sempre non una soluzione, ma la soluzione. E l’unica risposta possibile è la variante della Tremezzina, una nuova arteria che sposti dalla vecchia, panoramica ma inadeguata statale Regina il traffico pesante, i mezzi commerciali, i bus e i Tir sinonimo di ingorgo quotidiano.
D’accordo i semafori intelligenti, le ordinanze per regolare il flusso dei mezzi pesanti, i radar per monitorare le strettoie. Palliativi, che hanno sicuramente alleviato i disagi. Ma non si può certo dire che abbiano risolto i problemi. Sulla Tremezzina, tra i residenti sembra prevalere la rassegnazione. C’è chi ha iniziato a “dare i numeri” coniugando i verbi al futuro. «Tra vent’anni saremo ancora qui a parlare di Tremezzina». «Tra quarant’anni staremo aspettando ancora la strada». Un conto alla rovescia al contrario, che può essere fermato solo in un modo, con il cantiere. Poco importa chi metterà i soldi e come. Entro il prossimo mese di agosto, sulla Regina i residenti devono vedere le ruspe.

9 Ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto