Quarta spaccata in quattro anni: ancora sotto tiro il “Beach Bar”

Nella notte a Senna Comasco
«Da quando ho messo quelle macchinette, ovvero quattro anni fa, questo è il quarto furto che subisco. L’ultimo questa notte, il precedente mercoledì scorso». È sconfortato, il titolare del “Beach Bar” di Senna Comasco, Andrea Salsini. L’esercizio commerciale, infatti, alle 3.30 tra mercoledì e giovedì è stato di nuovo preso di mira dai malviventi che, armati di picconi e asce sono entrati da una finestra sul retro del locale, per poi scassinare le macchinette videopoker e cambiamonete e scappare con qualche migliaio di iero, anche se il bottino deve essere ancora quantificato nel dettaglio. Ma la cosa che più impressiona è che gli autori della spaccata – quattro per la precisione – anche al sopraggiungere dello stesso titolare non hanno battuto ciglio e hanno proseguito nelle loro operazioni. «Erano in quattro – continua la vittima – Tutti grossi e piazzati. Stavano sfasciando le macchinette e mi hanno anche visto, eppure hanno continuato per la loro strada. Io ho chiamato le forze dell’ordine senza avvicinarmi, non volevo rischiare oltre». I malviventi, come detto, si sono introdotti nel locale spaccando una finestra e devastando tutto quello che hanno trovato sulla loro strada, prima di arrivare ai videopoker, vero obiettivo della loro incursione. Armati di picconi, mazze e piedi di porco, poi lasciati sul posto, i ladri si sono avventati sulla macchina cambiasoldi e sui videogiochi, rubando tutte le monete contenute, per un totale di qualche migliaio di euro, oltre alle centinaia di euro prelevate dal fondo cassa e ai pacchetti di sigarette rubati all’ingresso. Giovani e forse stranieri, i quattro hanno agito in pochi minuti, incuranti dell’allarme antifurto che suonava e, come detto, perfino dell’arrivo del titolare. I ladri sono poi scappati nei boschi vicini. Al vaglio delle forze dell’ordine ci sono ora le immagini della videosorveglianza.

Nella foto:
Il bar di Senna Comasco preso di mira la scorsa notte dai malviventi: l’ultimo colpo solo la scorsa settimana

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.