Quartiere Ticosa, spunta un gruppo non comasco

L’intervento – Secondo il primo cittadino potrebbe unirsi a Multi e sarebbe in vantaggio rispetto alla cordata di aziende lariane che si era fatta avanti
Il sindaco: «Mi aspettavo uno scatto di orgoglio delle imprese locali che invece non c’è stato»
Un grande gruppo non comasco potrebbe unirsi a Multi per dare un volto all’area dell’ex Ticosa. Lo ha detto il sindaco Stefano Bruni, aggiungendo che il nuovo gruppo sarebbe in vantaggio rispetto alla cordata di imprese locali che si era fatta avanti. «L’ex Ticosa garantisce circa 100 milioni di lavori – ha aggiunto il primo cittadino – Mi aspettavo uno scatto di orgoglio comasco da parte delle imprese locali, ho provato a stimolarlo in tutti i modi e invece non è arrivato».
Caso IN PRIMO PIANO

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.