Quattro spacciatori arrestati nei boschi tra Lomazzo e Turate

Quattro persone sono finite in manette dopo un prolungato appostamento effettuato ieri notte dai carabinieri della stazione di Turate, con il sostegno delle unità cinofile della Guardia di Finanza di Ponte Chiasso.

Il blitz è scattato alle prime luci dell’alba, nei boschi a cavallo tra i comuni di Lomazzo e Turate. I militari hanno sorpreso tre marocchini e un italiano, tutti senza fissa dimora e già noti alle forze dell’ordine, in un bivacco. Dormivano tra la vegetazione sotto alcune coperte e teli di plastica. Avevano anche una pistola.

Hanno cercato di fuggire, ma sono stati bloccati dai militari. Avevano dosi di cocaina, eroina, hashish e marijuana, per circa 300 grammi, che sul mercato dello spaccio avrebbero fruttato alcune migliaia di euro. Sepolti nel terreno sono stati ritrovati materiali per il confezionamento e dei bilancini di precisione. I malviventi avevano con loro 1.660 euro in contanti frutto, si pensa, dello spaccio effettuato nelle ore precedenti. L’arma, una pistola Beretta calibro 7,65 era legata alla cintola dei pantaloni di uno dei marocchini. Era completa del caricatore con 6 colpi. Gli inquirenti ora indagheranno anche sulla provenienza della pistola.

I quattro sono stati portati nel carcere del Bassone di Como, gli sono stati contestati i reati di detenzione di stupefacente, porto abusivo di armi e ricettazione. L’area dello spaccio è stata interamente controllata e bonificata.

Articoli correlati