Quel fatidico “sì” mai pronunciato ma strategico

«Questo matrimonio non s’ha da fare». Alla fine, tutti i paparazzi hanno pensato al refrain manzoniano. Ma l’effetto volano c’è stato comunque nel marzo 2006, e dal valore incalcolabile per il nostro territorio sullo scenario internazionale. La notizia rimbalza nelle redazioni di tutto il mondo a fine gennaio (il focolaio d’origine è il Sunday Express): Brad Pitt e Angelina Jolie convoleranno a Villa d’Este. In un paio di mesi gli occhi del mondo sono tutti su Cernobbio. Bufala? Tale si rivelerà, ma Pitt è amicissimo di George Clooney, e il divo di Laglio è garanzia sul mercato del gossip. Ci crede anche il sindaco di Cernobbio, Simona Saladini, che allestisce un’apposita “Lucia” simbolo del Lario per accompagnare “Brangelina” al fatidico “sì”. Ma alla fine, i due non arrivano. E lasciano a bocca asciutta la massa di reporter e fotografi assiepati sulla riva di Cernobbio. La coppia più famosa del pianeta, che ha sei figli, rimanda che ti rimanda, adesso pare si sia decisa: sposi nell’estate 2014 secondo gli ultimi rumors. Si replicherà l’attesa di otto anni fa? Un altro episodio dovrebbe mettere sull’avviso gli entusiasti: nell’ottobre 2006, anche Leonardo DiCaprio era atteso al “sì” con la splendida modella isrealiana Bar Rafaeli a Villa d’Este. Qualcuno li ha visti?

Nella foto:
Sopra, l’ex sindaco di Cernobbio, Simona Saladini, sulla “Lucia” a disposizione per Brad Pitt e Angelina Jolie nel 2006. Sotto, Leonardo DiCaprio e Bar Rafaeli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.