Quintali di droga: in 21 davanti al giudice

alt Ieri l’udienza preliminare. La decisione sulle richieste il 24 giugno
Dopo il maxi-blitz della finanza contro lo spaccio nell’Olgiatese
L’esecuzione della ordinanza di custodia cautelare aveva portato all’arresto di una decina di persone e all’iscrizione sul registro degli indagati di altri 21 soggetti. Per un totale, cioè, di 31 persone in qualche modo finite con l’essere coinvolte da una maxi inchiesta della guardia di finanza di Olgiate Comasco contro lo spaccio della droga (marijuana) in arrivo dal sud dell’Albania.
Quantitativi enormi di stupefacente, quelli sequestrati dalle fiamme gialle nel dicembre del 2013, che superarono addirittura i cinque quintali. Alcuni indagati avevano

definito la loro posizione con quattro patteggiamenti (con pene variabili tra i 4 mesi e i 4 anni) e cinque richieste di rito Abbreviato con lo sconto di un terzo della pena. Altri 21 imputati sono invece comparsi ieri mattina di fronte al giudice dell’udienza preliminare Ferdinando Buatier de Mongeot per affrontare le accuse a loro rivolte. Le scelte fatte dai rispettivi legali sono state delle più svariate. Dieci imputati hanno chiesto di patteggiare dopo aver raggiunto l’accordo con il pm Maria Vittoria Isella (proposta ora al vaglio del Gup). Altri sei indagati hanno invece chiesto la messa alla prova grazie alla lieve entità di spaccio che viene loro contestata (anche in questo caso la parola passa al giudice). In due casi lo stesso Gup ha disposto nuove ricerche per imputati non reperibili, mentre due soggetti hanno invece scelto di rischiare di finire in aula sfidando il rinvio a giudizio. In un caso, infine, gli atti torneranno al pm in seguito alla dichiarata nullità del decreto di latitanza.
Su tutte queste vicende il giudice si pronuncerà il 24 giugno prossimo.

M.Pv.

Nella foto:
L’enorme quantitativo di droga nel piazzale della finanza a Olgiate Comasco

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.