“Racconti del cuscino”, il cinema dell’Eros a Villa Olmo

alt

La rassegna “Miniartextil”

La mostra internazionale di arte tessile Miniartextil a Villa Olmo in corso fino a domenica 1° dicembre si appresta a mettere in scena un fitto calendario di eventi collaterali all’insegna della creatività. Il tema di quest’anno, Eros, con tante opere di autori orientali a tessere esotiche e sensuali suggestioni nelle installazioni in mostra, non poteva non ispirare ad Alberto Cano dei “Lunedì” del Gloria un ciclo di film particolare. In cui spicca la proiezione di domani alle 21, il film

I racconti del cuscino di Peter Greenaway (ingresso 7 euro). Il titolo del film (nella foto, una scena) si ispira a un antico genere letterario giapponese, i “libri del guanciale”, testi erotici che solitamente narravano le esperienze delle geishe o fungevano da manuali d’amore e che venivano conservati in un cassetto del tradizionale guanciale di legno in uso nel Medioevo. Greenaway si è ispirato a un antico racconto, quello di una ragazza che provava piacere quando i suoi amanti scrivevano poesie sul suo corpo.
Spazio anche alla creatività per i più piccoli, nel contesto di Miniartextil: sabato 9 novembre alle ore 15 e alle ore 17 si terrà un laboratorio didattico-musicale dal titolo “Suona per natura” per bambini e ragazzi dagli 8 ai 14 anni, condotto dall’artista Daniele Delfino (prenotazione al numero 031.30.56.21 o via mail a artearte@miniartextil.it).
Ci sarà anche un angolo per la poesia, il 14 novembre alle 21, con il recital “Voci poetiche dell’eros” che proporrà pagine di Patrizia Valduga, Giovanni Raboni e Sandro Penna in collaborazione con “La Casa della Poesia di Como”, a cura di Laura Garavaglia, Laura Di Corcia e Wolfango Testoni e con Emanuele Rigamonti al violoncello. Ingresso libero.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.