Raduno-test, conto alla rovescia a Mariano Comense

Lancio martello

Conto alla rovescia per la ripresa dell’attività tecnica dell’atletica leggera in Lombardia. Sabato a Brusaporto (Bergamo) e domenica a Mariano Comense sono in programma quelli che sono stati definiti “raduni-test in sicurezza” voluti dal settore tecnico regionale proprio per prendere le misure ai nuovi protocolli dettati dall’emergenza Covid-19.
I due ritrovi saranno filmati da una troupe specializzata per ricavare un breve “docufilm” che sarà utilizzato per raccontare attraverso immagini e voci come è possibile effettuare raduni e competizioni rispettando le regole imposte da questo momento molto complesso sul piano sanitario.
«Non sarà una competizione – afferma il fiduciario tecnico regionale Sergio Previtali – ma gli atleti coinvolti proveranno a misurarsi con loro stessi per capire il proprio stato di forma, sia sotto il profilo agonistico, sia mettendosi in gioco sul piano della “responsabilità” in un momento in cui la socialità chiede regole e attenzioni particolari per la salute di tutti».
Domenica a Mariano Comense si effettueranno i test relativi a ostacoli, lanci e salto in alto. L’inizio alle 9.30, con il ritrovo per il lancio del martello e inizio del test alle 10.15. Poi sarà la volta degli ostacolisti, del salto in alto e del lancio del disco. Si tratta di un allenamento a porte chiuse: all’ingresso in campo atleti e tecnici dovranno presentare la dichiarazione richiesta dalle norme. A tutti verrà misurata la temperatura e dovrà essere indossata la mascherina, da togliere soltanto durante lo svolgimento dell’attività fisica.
Dopo l’ingresso in campo dovranno essere osservate una serie di norme: non ci saranno spogliatoi e dovrà essere sempre mantenuta la distanza prevista tra le persone, anche nelle fasi di riscaldamento che verranno effettuate in aree appositamente segnalate.
Inoltre, borse e indumenti personali dovranno essere riposti nel proprio zaino. Per i lanciatori è consentito solo l’uso dell’attrezzo personale; per i saltatori è obbligatorio portarsi il telo personale. Per tutti sarà necessario provvedere a mantenere le mani pulite prima e dopo aver toccato le attrezzature comuni; le attrezzature utilizzate verranno sanificate dall’organizzazione dopo ogni utilizzo. Alla fine dei propri test, gli atleti dovranno lasciare il campo per lasciare posto alla serie successiva, in modo da evitare assembramenti.
Dopo i raduni-test tra Brusaporto e Mariano il calendario regionale lombardo avrà un primo passo competitivo nella giornata di venerdì 26 giugno. Il centro sportivo XXV Aprile di Milano ospiterà infatti il “Match-test Milano”, manifestazione a invito e a porte chiuse.

Foto Fidal/Giancarlo Colombo

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.