Raffaella Masciadri, 600 volte  regina del basket
Sport

Raffaella Masciadri, 600 volte regina del basket

Raffaella Masciadri festeggia le sue prime 600 partite in serie A1: un record tra Como e Schio. «Il ricordo più bello? Il primo scudetto con la Comense».
Parole intrise di emozioni quelle pronunciate da Raffaella Masciadri, la pluricampionessa del basket femminile italiano, capitana della nazionale azzurra che proprio domenica scorsa ha festeggiato le sue prime 600 presenze in serie A1.
Un record incredibile per la cestista lariana, nata a Como il 30 settembre del 1980 e cresciuta nel Pool Comense dove ha iniziato a vincere tutto prima di sbarcare dal 2004 alla Famila Schio, dove ha continuato a fare la cosa che le riesce meglio: giocare a basket e… vincere. Già, perché anche domenica scorsa, per celebrare al meglio le sua 600esima partita in serie A, “Mascia” ha trascinato con ben 18 punti Schio al successo contro Umbertide per 78-58 per poi concedersi alla festa con i suoi tifosi che le hanno dedicato uno striscione da record.
Questo il ringraziamento sui social di Raffaella ai suoi tifosi: «Mi avete lasciato senza parole… Mi avete fatto provare emozioni indescrivibili…».
Il palmares di Masciadri è da brividi: oltre a collezionare 140 presenze con la nazionale Italiana, ha vinto 13 scudetti (5 con la Comense), 8 Coppe Italia , la prima con la Comense, 7 Supercoppe Italiane (due in nerostellato) e anche una Eurocup con Schio, senza dimenticare l’esperienza a stelle e strisce nel campionato americano WNBA con le Los Angeles Sparks di coach Michael Cooper, quando ancora vestiva la maglia nerostellata.
«I ricordi sono tanti, ma due su tutti – racconta l’atleta – Il primo scudetto vinto nel 1996/97 con la Pool Comense, perché non sapevo cosa volesse dire vincere il tricolore e quindi ho ancora negli occhi l’attesa, il lavoro per raggiungere quell’obiettivo, le emozioni provate. Mi è piaciuto talmente tanto che ho fatto di tutto ogni anno per rivivere quel momento. Sullo stesso piano anche il primo scudetto vinto a Schio nel 2004/05, perché era il primo per il club orange, che non aveva mai vinto fino ad allora».
Mascia ha una dedica speciale per queste sue prime 600 partite in A: «È per i miei genitori e soprattutto per mio papà Luigi, ex dirigente della Comense, perché è stato lui a portarmi nel mondo del basket. Con mia mamma sono sempre stati i mie primi tifosi».
«Essere un esempio mi gratifica – prosegue – Per me la cosa importante è resettare al termine di ogni stagione, trovare nuovi stimoli e nuovi obiettivi per alzare l’asticella e sfidare le avversarie più giovani».
Insomma, Mascia è pronta a nuove sfide e nuove vittorie. Il suo mirino è già puntato a quota 700.

Andrea Piccinelli

11 Gen 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto