Raffica di furti ad Albate: martedì incontro tra cittadini e polizia

Alcune segnalazioni di furti ad Albate pubblicate su Facebook Alcune segnalazioni di furti ad Albate pubblicate su Facebook

Le segnalazioni sono costanti. Non passa giorno che non se ne parli. C’è chi scrive sui social network e avvisa gli altri residenti di un colpo appena avvenuto, chi comunica attraverso un gruppo Whatsapp di aver visto una persona sospetta. Ad Albate i cittadini sono esasperati dai furti nelle abitazioni. Nella sola giornata del 12 dicembre, scorrendo la pagina Facebook “Sei di Albate se” si contano numerosi messaggi di questo tipo: “Tentato furto in zona Bassone e in via Frisia”, e “visita dei ladri in via Lorenz”. Tra colpi reali e situazioni da verificare chi abita nel quartiere non dorme sonni tranquilli.
Per questo due consiglieri comunali, nonché residenti di Albate, Luca Ceruti (Movimento 5 Stelle) e Marco Tettamanti (Como Civica) si sono attivati per organizzare un incontro pubblico il prossimo 22 dicembre alle 18 alla Cascina Massè con le forze dell’ordine. Una serata in cui i cittadini confronteranno con la Polizia di Stato che fornirà consigli preziosi e allo stesso tempo indicherà i comportamenti scorretti. Perché se da una parte è bene che i cittadini stiano attenti, dall’altra si devono evitare azioni che possano mettere a rischio la propria sicurezza.  Insomma tenere sì gli occhi aperti, ma non bisogna creare situazioni di pericolo per sé stessi e per gli altri. Un messaggio che arriva forte e chiaro anche uno degli organizzatori. <Vedendo i gruppi sui social network e le continue segnalazioni e per cercare di abbassare il livello di tensione – dice Ceruti – mi sono interessato per definire un incontro tra forze dell’ordine e cittadinanza. Capisco la paura – ha aggiunto – l’attenzione è alta tra i residenti. Ma mi sembra che si stia esagerando un po’, lanciare l’allarme sui social network non è la prima mossa da fare, prima di tutto bisogna chiamare il 112. Anche scendere per strada con la possibilità di essere aggrediti non va bene>, conclude il consigliere pentastellato.
Di tutto questo e dei comportamenti utili da mettere in atto nell’ambito della sicurezza partecipata parleranno gli agenti martedì prossimo. In primis verrà ribadito che il primo passo da fare in caso di furti o persone sospette è chiamare le forze dell’ordine. Verranno anche forniti i consigli di buon vicinato. Bene tenere gli occhi aperti, bene anche disporre (in caso di viaggio ad esempio) che qualcuno venga ad aprire casa o a svuotare la cassetta della posta. Tra i comportamenti invece da evitare rientra lo scendere in strada, ed esporsi a un pericolo. Il malvivente potrebbe essere armato e per garantirsi la fuga potrebbe farsi pochi scrupoli.

Tratto da Espansione TV

Articoli correlati