Senza categoria

Raimondo D’Inzeo: Cernobbio ricorda la sua signorilità

altEquitazione
Un minuto di silenzio, su tutti i campi italiani, per la scomparsa di Raimondo D’Inzeo (nato a Poggio Mirteto nel 1925), morto a Roma venerdì. Cavaliere e campione olimpico ai Giochi di Roma 1960, due volte campione del mondo. Otto presenze alle Olimpiadi (oltre all’oro di Roma, due medaglie d’argento e tre di bronzo): con il fratello Piero (di due anni maggiore) è l’atleta italiano che vanta il maggior numero di partecipazioni ai Giochi.
Figli di un ufficiale di Cavalleria e maestro

di equitazione, Piero e Raimondo D’Inzeo avevano il “destino” segnato. Con Graziano Mancinelli (1937-1992, un oro olimpico) hanno fatto grande la squadra di equitazione italiana, per tanti anni invincibile.
E in passato i fratelli D’Inzeo e lo stesso Mancinelli sono stati protagonisti, decenni fa, del Concorso ippico che veniva disputato nel galoppatoio di Villa Erba a Cernobbio. Non una presenza con “toccata e fuga”: chi abitava nella località sulle rive del Lario e aveva conosciuto i tre cavalieri, li ricorda per la loro affabilità e per come amassero soggiornare nel Comasco, non solo per la competizione, ma anche per godersi il clima del lago.

Guido Capizzi

Nella foto:
Raimondo D’Inzeo
17 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime news
    Archivio
    Dicembre: 2018
    L M M G V S D
    « Nov    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
    Numeri utili
    NUMERO UNICO DI EMERGENZA
    numero 112 lampeggianti
    farmacia Farmacie di turno farmacia

    ospedale   Ospedali   ospedale

    trasporti   Trasporti   trasporti
    Colophon

    Editoriale S.r.l.
    Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
    Tel: 031.33.77.88
    Fax: 031.33.77.823
    Info:redazione@corrierecomo.it

    Corriere di Como
    Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
    ROC 5370

    Direttore responsabile: Mario Rapisarda

    Font Resize
    Contrasto