Rally Aci Como-Etv, largo ai giovani: trionfano Kevin Gilardoni e Alessandro Re

arrivo e premiazioni 38° rally città di Como 2019

Il Rally Aci Como-Etv del cambio generazionale, con una serie di nomi nuovi entrati nell’albo d’oro, e, in aggiunta, con la vittoria di tre piloti lariani nel Trofeo Aci-RallyCup Italia, nella Supercoppa Wrc e nella competizione riservata alle auto storiche.
Le classifiche parlano chiaro: nella Supercoppa Wrc si è imposto Kevin Gilardoni che ha superato Corrado Fontana, già sette volte primo sulle rive del lago. Entrambi erano su una Hyundai i20 Wrc. Gilardoni, con Corrado Bonato alle note, ha battuto Fontana con 10’’8 di vantaggio. Quest’ultimo era in testa dopo i primi due tratti cronometrati nel Triangolo Lariano, disputati ieri.
Questa mattina sui tratti cronometrati nelle valli Intelvi e Cavargna, fin dall’inizio, il sorpasso, con Gilardoni – 27 anni, di Grandola ed Uniti – che ha mantenuto la testa fino al termine e alla premiazione finale in piazza Cavour alla presenza di numerosi rappresentanti delle istituzioni locali. Terza piazza per la Ford Focus del canzese Marco Paccagnella, che con Roberto Mometti è giunto a 3’20’’3 dal primo.
La corsa lariana 2019 è stata scorporata in tre gare e in altrettante classifiche. I concorrenti si sono comunque confrontati sugli stessi tratti cronometrati.
Unendo tutte le classifiche, Gilardoni e Fontana sarebbero comunque stati primo e secondo. Terza piazza, in una ipotetica graduatoria aggregata, per Alessandro Re e Mauro Turati, che, dal canto loro, sono stati i trionfatori del Trofeo Aci-RallyCup, la sfida che comprendeva la finalissima nazionale di Coppa Italia (a cui, però non erano iscritti).
I due lariani, su Volkswagen Polo, hanno superato il biellese Corrado Pinzano (pure su Polo, che comunque ha fatto sua la graduatoria tra i finalisti della RallyCup Italia) e il valdostano Elvis Chentre (stessa vettura).
Sempre in questa classifica si sono messi in luce altri comaschi, con quattro ulteriori equipaggi di casa nostra che hanno terminato tra i primi dieci. Felice Re, papà di Alessandro, e Mara Bariani (Skoda Fabia) hanno chiuso quarti, Marco Silva e Gianni Pina (idem) sesti, Paolo Porro e Paolo Cargnelutti (Hyundai i20) settimi, Luca Ambrosoli e Corrado Viviani (Citroen C3) decimi.
L’evento lariano aveva pure una prova riservata alle auto storiche, che ha visto anche in questo caso un successo che segna un passaggio di testimone generazionale, con il primo posto della Ford Sierra di Paolo Corbellini, con alle note suo papà Aurelio. Quest’ultimo era già nell’albo d’oro della competizione di casa, che conquistò quando si chiamava Rally Villa d’Este, nel 1990, a fianco di Carlo Galli su una Lancia Delta Integrale.

arrivo e premiazioni 38° rally città di Como 2019
Arrivo e premiazioni 38° rally città di Como 2019: Alessandro Re e Mauro Turati festeggiano

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.