Rally mondiale sul Lario: caccia alle prove speciali. Già effettuata una prima ricognizione

Dani Sordo Sardegna 2020

È caccia alle prove speciali lariane destinate a ospitare la sfida tra i protagonisti del Mondiale. C’è fermento tra gli appassionati di motori dopo la notizia che la serie iridata 2020 si concluderà con l’Aci Monza Rally, gara che ai primi di dicembre prevede due tappe nell’Autodromo nazionale e la terza sulle strade del Comasco.
La prima certezza è che Tiziano Siviero – in passato copilota campione iridato a fianco di Miki Biasion – ha già dato un’occhiata ai percorsi di casa nostra. Lo ha fatto con riservatezza negli scorsi giorni soffermandosi in particolare sui tratti cronometrati che solitamente sono lo scenario del Rally Aci Como- Etv. Un giro che ha compreso Valle Intelvi, Val Cavargna, Triangolo lariano e – si dice – anche qualche strada nel Lecchese.
Siviero è la stessa persona che ha disegnato il Rally di Sardegna, gara del Mondiale che andata in scena proprio in questo fine settimana e che si è chiusa oggi (vittoria dello spagnolo Dani Sordo, con Carlos Del Barrio, su Hyundai i20, nella foto) ed ha il medesimo incarico per la corsa in Lombardia, che nel 2021 sarà riserva nel calendario iridato.
I parametri di scelta sono vari, a partire dalla logistica e dalle caratteristiche tecniche delle prove speciali. Non va poi sottovalutato anche lo scenario generale, che comunque ha una sua rilevanza in una serie che punta molto anche su riprese televisive spettacolari sotto ogni punto di vista.
L’idea sarebbe di puntare su tratti cronometrati non troppo lontani dall’Autodromo di Monza, che della competizione sarà la base. Soluzione che in teoria favorirebbe i percorsi del Triangolo Lariano. La “Val Cavargna” (30 chilometri) viene valutata come un tragitto decisamente adeguato, ma potrebbe perdere qualche punto per l’essere più difficilmente raggiungibile da Monza. Tutto, comunque, è in fase di valutazione.
Intanto sul Lario, oltre a quella degli appassionati, si registra la gioia di Enrico Gelpi, presidente dell’Aci di Como.
«Non posso che essere felice per la scelta delle nostre strade – spiega – Negli anni tanti piloti ci hanno espresso il loro apprezzamento per i tracciati del Rally Aci Como-Etv che spesso sono stati definiti “da mondiale”. È bello pensare che tra poche settimane lo saranno davvero».
«Si profila davvero un grande finale di stagione per gli appassionati – conclude il presidente – Prima la nostra corsa, il 6 e il 7 novembre, poi l’arrivo del Mondiale all’inizio di dicembre. Quello che poteva essere sogno, ora si è trasformato in realtà».
Un bel momento per il rallismo comasco, ieri suggellato da un importante successo: Corrado Fontana, con una Hyundai i20 Wrc, ha infatti vinto al Rally dell’Elba, competizione del Tricolore Wrc.
Massimo Moscardi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.