Ranking universitario: l’Insubria è 32esima in classifica
Scuola e Università, Territorio

Ranking universitario: l’Insubria è 32esima in classifica

Università sotto esame. La laurea di miglior ateneo italiano spetta a Verona mentre l’Insubria si piazza al 32esimo posto, in calo di 5 posizioni rispetto alla graduatoria del 2015. Questi i primi risultati della nuova edizione dei ranking universitari del “Sole 24 Ore”.

Lo studio si basa sull’analisi di 12 indicatori e differenzia ovviamente le università statali da quelle non statali (in questo secondo caso a vincere la sfida è la Luiss di Roma, dietro la Bocconi e sul gradino più basso del podio San Raffaele di Milano). È però analizzando i diversi indicatori che compongono la classifica che emergono le indicazioni più interessanti. A partire dalla percentuale di studenti che hanno trovato un’occupazione a distanza di un anno dal titolo: un ragguardevole 80,3%. Percentuale che piazza l’Università degli Studi dell’Insubria al quinto posto, proprio insieme all’università di Verona che si è aggiudicata il titolo (a livello generale seconda si piazza Trento e terzo l’ateneo di Bologna).

In tema di dispersione universitaria va inoltre evidenziato come il 71,1% di immatricolati si è poi iscritto nuovamente al secondo anno e all’Insubria il 100% dei giovani idonei ha ricevuto la borsa di studio per la quale era in lizza. Alta anche la percentuale di crediti ottenuti in stage sul totale: ci si assesta sul 10,9%. Numeri che piazzano l’Università dell’ Insubria al secondo posto, soltanto dietro Brescia. Alcuni fattori, questi, che si traducono anche nel voto dato dagli stessi studenti all’ateneo che è di 7,6.

Piazzamento da retroguardia invece per l’attrattività dell’ateneo sulle immatricolazioni in arrivo da fuori regione con solo un 3,8% e una 46esima posizione complessiva sui 61 atenei che compongono la graduatoria delle università statali. Bassa anche la capacità di attrarre risorse per progetti di ricerca, che è ferma a un risicato 0,7.

Proseguendo poi nell’elenco delle voci esaminate dallo studio si vede come il numero medio di docenti di ruolo nelle materie base e caratterizzanti per il corso di studio è di 9,8. Dato questo che colloca l’Università dell’Insubria al 49esimo posto. Infine, tema di particolare interesse e importanza è la qualità dei dottorati. Ovvero i giudizi ottenuti dall’alta formazione nella valutazione Anvur (Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca) che si fermano a quota 1 (24esima posizione insieme ad altri 9 atenei). In conclusione, tornando per un attimo alla graduatoria a livello nazionale, detto dei primi tre gradini del podio, bisogna guardare anche nelle retrovie. In 59esima posizione si piazza Cagliari, dietro l’università della Calabria e infine, sul gradino più basso la “Parthenope”

3 Gen 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto