Rapina al cimitero: un arresto e una denuncia

Polizia locale di Cantù

La polizia locale di Cantù e i carabinieri hanno eseguito ieri una ordinanza di custodia cautelare in carcere – firmata dal gip Maria Luisa Lo Gatto – a carico di un 37enne residente a Cucciago. L’uomo – con un complice indagato a piede libero – è considerato l’autore di una rapina andata in scena il 22 ottobre all’esterno del cimitero di Vighizzolo. Una donna era stata avvicinata, spintonata e privata della borsa, poi colpita anche con calci e pugni. Fondamentali per le indagini sono risultate le immagini di una videocamera a circuito chiuso posta a 200 metri dal luogo della rapina. L’incrocio delle testimonianze della vittima (che aveva visto i responsabili fuggire con una macchina bordeaux) e di un cittadino – che aveva fornito il modello della vettura (una Fiat Punto) hanno permesso di identificare il mezzo che aveva anche alcuni elementi molto riconoscibili, come uno specchietto rotto e le barre portapacchi sul tetto. Tutti questi elementi uniti e incrociati tra loro, con l’aggiunta di ulteriori sopralluoghi, hanno permesso di chiudere il cerchio attorno al presunto responsabile che ieri mattina è stato condotto in carcere. Il presunto complice, un 36enne di Cantù, è stato invece denunciato a piede libero. I due ora nei guai erano già noti alle forze dell’ordine per una lunga serie di reati.

Articoli correlati