Rapina all’Ld: c’è un sospettato

foto FKD  19/12/2014  Como localita' Prestino supermercato LD rapinato Il supermercato Ld di Prestino

A tradirlo potrebbe essere stata la sua camminata claudicante.
Ma anche, da quanto è stato possibile ricostruire, gli abiti che indossava quella sera e che sarebbero poi stati ritrovati in una busta (tenuta nascosta in garage) nel corso di una perquisizione compiuta dai carabinieri del Radiomobile della compagnia di Como.
Un 35enne di Rebbio è stato denunciato in quanto ritenuto essere il responsabile dell’assalto andato in scena due settimane fa all’Ld Market di via d’Annunzio a Prestino. L’ultima delle rapine ai supermercati che in serie e nel giro di poche ore toccarono prima il Carrefour di Lazzago, poi il Gran Mercato di Casate e infine proprio l’Ld di Prestino. All’uomo verrebbe contestato solo l’ultimo colpo, e sarebbe già certa la sua totale estraneità agli altri assalti su cui le indagini avrebbero imboccato una pista completamente diversa.
L’indagine condotta dai militari dell’Arma avrebbe subito una accelerazione proprio nelle ultime ore, dopo che lo stesso 35enne era stato arrestato in flagranza di reato in seguito ad un’altra tentata rapina andata in scena a Rebbio la scorsa settimana. Un episodio curioso che però ha finito con l’essere fondamentale anche per l’inchiesta parallela sull’Ld Market.
Una pattuglia del Radiomobile sorprese il 35enne mentre, in via Varesina, si stava infilando un passamontagna per assaltare il bar “Cocktail & Games”. L’uomo si accorse del sopraggiungere della “gazzella” dei carabinieri e tentò la fuga, gettando il passamontagna e la pistola (che poi si rivelò essere un giocattolo senza il tappino rosso identificativo) in un vicino cestino. Il 35enne fu comunque fermato e arrestato, anche perché in quelle ore avrebbe dovuto essere a casa in quanto sottoposto al regime dell’affidamento in prova ai servizi sociali, con un permesso di uscita fino alle 23 della sera ma con lo scopo di cercarsi un lavoro. Nella perquisizione domiciliare che venne fatta, furono poi trovati degli abiti chiusi in un sacchetto e nascosti nel garage dell’abitazione. Indumenti che sono poi stati confrontati con quelli ripresi dalle telecamere dei supermercati assaltati di recente. E l’esito ha dato le conferme sperate: il 35enne – secondo la tesi dei carabinieri – sarebbe l’uomo che colpì all’Ld di Prestino. Un riscontro in tal senso sarebbe venuto anche dalla particolare camminata del sospettato.
Mauro Peverelli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.