Rapina con coltello negozio di alimentari. Arrestato dai carabinieri poche ore dopo

alt Albavilla La vittima ha 79 anni

Minacciata con un coltello e rapinata per 40 euro. Momenti di paura, nel primo pomeriggio di lunedì, al panificio alimentari Terzaghi di Albavilla.
Tutto si è svolto in pochi minuti intorno alle 13.30, quando un 25enne del paese, coperto da un berretto e da una sciarpa lilla, è entrato nel negozio di via Dante per minacciare la titolare (una donna di 79 anni) con un coltello da 22 centimetri, di cui ben 12 di lama. Il ragazzo ha così costretto l’anziana a consegnargli tutto quello che

aveva, anche se in cassa in quel momento c’erano soltanto 40 euro.
Una volta presi i pochi soldi, il ragazzo – che nel corso dell’azione indossava una tuta e un giubbotto – è scappato a piedi per le vie del paese.
Sul posto per i rilievi sono arrivati i carabinieri del nucleo operativo di Como con i colleghi della stazione di Erba.
La nota per le ricerche del malvivente ha permesso di collegare l’autore della rapina appena consumata a una persona che solo il giorno prima, vestita allo stesso modo e dalla identica corporatura, si era recata in questura per dissidi familiari.
I militari hanno quindi aspettato il ragazzo sotto casa e lo hanno arrestato. Nessuna traccia dei soldi, già spesi. Dopo aver ammesso tutto, il giovane avrebbe anche mostrato ai carabinieri il posto in cui aveva nascosto il coltello e il berretto usati per il colpo all’alimentari di Albavilla.
Inevitabili le manette: il 25enne è ora rinchiuso nel carcere del Bassone con l’accusa di rapina.

M.Pv.

Nella foto:
Il coltello, la sciarpa lilla usata per il colpo e il cappellino: tutto materiale ora sequestrato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.