Rapina in A9. Rimane in cella il sospettato

alt

Il riesame

Ha chiesto al Tribunale del Riesame di tornare in libertà. Senza ottenerla.
La misura restrittiva per Antonio Agresti, 42 anni di Andria, è stata confermata. L’uomo è sospettato di essere uno degli esecutori materiali della rapina di Turate sulla A9. Le motivazioni del Riesame ancora

non si conoscono, ma quello dei giudici è comunque il primo importante pronunciamento sull’esito delle indagini della Mobile di Como e del pm Antonio Nalesso, i cui riscontri paiono dunque fondati. Oltre ad Agresti, è stato arrestato Giuseppe Dinardi, 50 anni, di Cologno Monzese.

Nella foto:
Antonio Agresti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.