Rapina in centro a due minorenni: “Avevamo bisogno di soldi”

polizia

Hanno risposto alle domande del giudice delle indagini preliminari, Francesco Angiolini, dicendo che hanno agito in quel modo perché «avevano bisogno di soldi». Il gip ha convalidato l’arresto disponendo la permanenza in carcere dei due arrestati, un marocchino di 19 anni, regolare in Italia e un coetaneo romeno, senza fissa dimora, entrambi già segnalati per reati contro il patrimonio.

L’accusa formulata dalla procura è stata di rapina aggravata. Si è svolto nelle scorse ore l’interrogatorio dopo l’episodio di cronaca che risale a domenica scorsa. Due ragazzi minorenni, che stavano camminando in centro a Como, sono stati aggrediti, minacciati con un coltello e rapinati di marsupio, cellulare e addirittura del cane che stavano portando a passeggio. Le vittime hanno avvisato subito una pattuglia delle volanti che stava facendo controlli nella zona e gli agenti della polizia hanno intercettato e arrestato i presunti responsabili, poi finiti in carcere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.