Rapina la prostituta ma perde i documenti

Arresto a Mariano Comense
(m.pv.) A tradirlo è stato un portadocumenti caduto durante la colluttazione con una prostituta. I carabinieri della tenenza di Mariano Comense hanno così recuperato la patente riuscendo a risalire all’identità dell’uomo ora accusato di rapina. Dovrà rispondere alle accuse del processo per direttissima fissato questa mattina in tribunale a Como. L’episodio è andato in scena ieri, alle 13.50, in via San Martino a Mariano Comense.

Un uomo avvicina una prostituta nigeriana offrendo in cambio della prestazione sessuale non soldi, bensì il suo cellulare. La donna accetta ma alla fine l’uomo – che aveva già consegnato il telefono – l’avrebbe aggredita a calci e pugni riprendendosi il cellulare e scappando a bordo di una station wagon grigia. Sul selciato, perso nella colluttazione, sono rimasti però i documenti che consentono poi ai carabinieri di risalire al responsabile: si tratta di un 35enne di Milano residente a Cesano Maderno che oggi, come detto, sarà processato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.