Rapina nel bar con il coltello da cucina, doppio arresto

I due rapinatori avevano fatto irruzione armati con un coltello da cucina, uno con il volto coperto da passamontagna, in un bar di Lurate Caccivio all’orario di chiusura.

Prima avevano minacciato la giovane barista con l’arma, facendosi consegnare l’incasso, poi avevano ripulito anche l’unico cliente presente. Infine, avevano cercato di svuotare le slot presenti nel bar, ma senza riuscirvi.

I fatti sono avvenuti lo scorso 8 gennaio. I rapinatori si erano poi allontanati a piedi facendo perdere le tracce. I carabinieri, arrivati poco dopo la chiamata delle vittime, hanno subito analizzato i filmati del circuito di videosorveglianza del locale. Le indagini si sono subito concentrate su un 36enne di Appiano Gentile, già finito nei guai per simili reati. Il suo volto era stato immortalato dalle telecamere prima che indossasse il passamontagna. I militari sono poi riusciti a risalire anche al complice, un 39enne residente proprio a Lurate Caccivio, anche lui già noto alle forze dell’ordine.

Questa mattina la Procura di Como ne ha disposto le ordinanze di custodia cautelare in carcere. Sono stati arrestati all’alba nelle loro case. Ora sono al Bassone in attesa di giudizio. Per entrambi l’accusa è di concorso in rapina a mano armata. Il bottino del colpo era stato di circa 250 euro.

Articoli correlati