Rebbio, scabbia alle elementari: accertati due casi, interviene l’Ats

Medico

Due casi di scabbia alla scuola primaria di Rebbio hanno fatto scattare l’intervento dell’Ats Insubria e la segnalazione ai pediatri della zona per la sorveglianza e la prevenzione per scongiurare ulteriori contagi. Subito informate le famiglie di tutti i bambini che frequentano l’istituto.
I casi sono stati accertati nei giorni scorsi. «Sono state prontamente attivate le misure di sorveglianza previste dalla normativa regionale», fanno sapere dall’Ats Insubria.
La scuola è nel quartiere di Rebbio e, come previsto dai protocolli, sono stati allertati i medici della zona. «Sono stati attivati i pediatri di famiglia per una sorveglianza sanitaria passiva dei loro assistiti che frequentano la scuola interessata», confermano dall’Ats.
La scuola si è subito attivata per gli interventi necessari a scongiurare il rischio di ulteriori casi. «Sono state fornite idonee indicazioni alla scuola per la gestione del caso – precisano ancora i responsabili dell’Agenzia di Tutela della Salute – con particolare riferimento agli interventi di accurata e corretta igienizzazione e sanificazione di ambienti e suppellettili».
Le famiglie sono state a loro volta informate della situazione. «Abbiamo informato i genitori delle classi interessate affinché, in presenza di eventuali sintomi sospetti, riconducibili alla scabbia, si rivolgano al medico curante per una valutazione diagnostica e per la prescrizione di eventuale terapia», precisano infine dall’Ats Insubria.
La scabbia è una malattia contagiosa della pelle. Il periodo di incubazione dura 2-6 settimane. I sintomi, ricordano gli esperti, «sono intenso prurito, specialmente notturno e lesioni da grattamento».

 

 

Articoli correlati