Recovery: C.Conti,sarà arduo rientrare da debito 160% Pil

Sbagliato accrescerlo perché non c'è il vincolo esterno dell'Ue

(ANSA) – ROMA, 08 FEB – "Sarebbe sbagliato ritenere che la mancanza di un vincolo esterno (europeo) all’espansione del debito pubblico debba spingerci ad accrescerlo oltre i limiti fin qui prefigurati dai documenti programmatici". Lo afferma il presidente della Corte dei Conti, Guido Carlino, in una audizione al Senato sul Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) aggiungendo che "rientrare dal 160 per cento del Pil, od oltre, come oggi è giustificato prevedere, sarà compito arduo". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.